Per Natale arriva la dieta dello champagne

Arriva il Natale e con lui l’ansia di mangiare troppo, fra aperitivi, cene e cenoni. In aiuto arriva la dieta dello champagne. Sperimentata da Cara Alwill Leyba, prevede un massimo di 1200 calorie al giorno da assumere tramite ricette di piatti raffinati e di classe, quali ad esempio il salmone affumicato, insalata verde e bagel. E, ovviamente, lo champagne: non più di uno o due bicchieri al giorno! Ogni flute contiene circa 91 calorie e grazie alle bollicine arriva in circolo più rapidamente e se ne consuma anche meno rispetto al vino. "Un cocktail: due parti di vita sana, una di divertimento": così Cara, la scrittrice trentenne di New York, ha definito questa dieta.

La dieta dello champagne si basa sul concetto che mangiare cibi pregiati aiuti a dimagrire senza rinunciare a ottime ricette e, in tal modo, si andrebbe a ridurre la tendenza ad abbuffarsi. Secondo la dottoressa Derbhla McCollough, docente di psicologia all’University of Roehampton, "se mangi bene ti senti meglio con te stessa, e di conseguenza sei meno incline a scegliere cibi iperingrassanti".  Cosa mangiare dunque? Nessun cibo è proibito ma bisogna dare preferenza ad alimenti di alta qualità, ricchi di sostanze nutrienti ma, come sempre, senza eccedere. Occhio alle porzioni e addio a cheeseburger, patatine fritte e bibite gassate: meglio salmone affumicato, insalata verde, bagel e un calice di champagne. Secondo la dottoressa Elisabeth Weichselbaum della British Nutrition Foundation due calici di champagne sono permessi dalle linee guida nazionali e in più ricchi di polifenoli, dalla valida azione antiossidante.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Per Natale arriva la dieta dello champagne