Riflessologia

L’arte di toccare il piede come terapia. Sperimentata da millenni, la riflessologia si basa sulla pressione delle sole dita e sul relativo massaggio delle "zone riflessogene" dei piedi, che rispecchiano le varie parti del corpo e sono collegate a singoli organi interni.

Secondo la riflessologia le linee energetiche partono dagli organi interni, attraversano il corpo, e finiscono negli arti. Una decisa ma piacevole pressione dei polpastrelli su queste specifiche zone aiuta l’organo principale e tutti gli organi che si trovano sulla stessa linea energetica.
Per tale motivo, i blocchi di energia del corpo umano sono riflessi sulle mani e sui piedi in una o più zone.

L’arte del toccare il piede favorisce il benessere e la salute, partendo da un’azione meccanica, che il nostro organismo trasforma in una reazione elettro-chimica, migliorando la circolazione sanguigna e favorendo l’eliminazione di tossine del fegato, dei reni e dell’intestino. Stimolando la secrezione di endorfine (gli analgesici naturali), contribuisce a controllare la percezione del dolore.

Può essere estremamente utile per una vastissima gamma di malattie più o meno comuni, anche in gravidanza: dolori alla schiena, lombalgia e sciatalgia, problemi digestivi e mestruali, emicrania e per ridurre gli effetti negativi dello stress. E’ molto utile anche per problemi più gravi, come i postumi di ictus cerebrali o lesioni al sistema muscolare di varia origine. La terapia può essere indicata anche per artrite ai piedi, diabete, disturbi al cuore, osteoporosi, flebite o disturbi alla tiroide. Non esistono controindicazioni.

Riflessologia