Biotransenergetica

La Biotransenergetica è una disciplina transpersonale che si riconosce nell’ambito della medicina olistica e della psicologia transpersonale. Insegna l’esperienza interiore e l’esplorazione delle dimensioni della coscienza al fine di "guarire da dentro".
Non si limita a perseguire il benessere, ma vuole amore, autostima, onore, responsabilità, per preservare il sacro potere della nostra vita.

I termini Bio ed energetica stanno ad indicare una concezione del vivente dal punto di vista dei suoi processi energetici. Il termine transe vuole indicare l’importanza di una comprensione dinamica dell’organismo per la quale i concetti di mente e corpo, sistemi, organi e apparati vengono letti in chiave di modelli ritmici in interazione.

In questo modo la malattia viene concepita come una disarmonia tra le parti e la salute come un armonico svolgersi delle interazioni vitali in ogni distretto del "corpomente". Il ristabilimento della salute sarà prima di tutto una questione di armonizzazione di ritmi e non di lotta al sintomo.

E’ stata messa a punto dal 1981 a oggi in oltre ventimila ore di lavoro clinico dal dott. Pierluigi Lattuada, medico, psicoterapeuta con il contributo della dott.ssa Marlene Silveira, psicologa, psicoterapeuta. E’ stata presentata dal 1988 a oggi in più di trenta congressi nazionali e internazionali, in conferenze, articoli e in sei libri già pubblicati.

La Biotransenergetica, quale percorso di "guarigione psicobiologica", è indicata a uomini e donne che vogliano prendersi cura di sé e vedere fiorire la propria forza interiore. E’ di particolare supporto nelle seguenti situazioni: ansia, depressione, paure, attacchi di panico, fobie, insonnia, cefalee, disturbi psicosomatici, dipendenze, mancanza di autostima.

Biotransenergetica