Autoguarigione psicobiologica

La storia dell’umanità è costellata da sistemi di guarigione che originati dai territori della coscienza arcaica degli albori dell’umanità hanno attraversato i secoli e i millenni, insegnando a curare il corpo con la mente.

Tutti questi sistemi (la tradizione sciamanica, le medicine tradizionali, l’alchimia, lo yoga, il tantrismo, ecc) concepiscono l’organismo come una rete interdipendente ed operano sull’unità mente-corpo per favorire i naturali processi di autoguarigione.

La moderna ricerca psicobiologica ha dimostrato la validità di quell’approccio confermando che gli atteggiamenti mentali e gli stati emotivi influenzano direttamente attraverso i sistemi di trasduzione dell’informazione (il sistema nervoso autonomo, quelli endocrino, immunitario e neuropeptidico) il funzionamento globale del nostro organismo.

Le pratiche di autoguarigione psicobiologica, attraverso la visualizzazione, il respiro, il suono, il movimento, l’osservazione, offrono uno strumento efficace per guarire dalle malattie attivando dentro di noi le forze sane dell’organismo e il suo potenziale creativo.

Autoguarigione psicobiologica