Mangiare troppo a cena, un pericolo per la salute cardiovascolare femminile

A rivelarlo è un recente studio statunitense condotto su 112 donne adulte

Le donne che eccedono con il cibo nelle ore serali possono veder aumentare il rischio di avere a che fare con patologie cardiovascolari. Questa è la principale conclusione di uno studio condotto da un team scientifico attivo presso il Columbia University Vagelos College of Physicians and Surgeons.

Il lavoro di ricerca in questione, coordinato dal Dottor Nour Makarem, si è basato sul monitoraggio delle condizioni di 112 donne sane al basale (età media di 33 anni). Gli esperti hanno riscontrato che, in quelle abituate ad assumere grandi quantità di calorie dopo le 18.00, la salute del cuore era peggiore.

Per ricavare un quadro efficace della situazione cardiovascolare delle partecipanti allo studio, l’equipe di Makarem ha utilizzato il metodo Life’s 7 Simple. Messo a punto dagli esperti dell’American Heart Association (lo studio è stato presentato nel corso dell’ultima sessione scientifica di questa importantissima realtà), tiene conto di 7 parametri per la misurazione della salute del cuore. Quali sono di preciso? La pressione arteriosa, il colesterolo, la dieta, il livello di attività fisica, la glicemia, il peso, il fumo.

Entrando maggiormente nello specifico facciamo presente che l’abitudine di mangiare tanto la sera è risultata associata a un maggior rischio di avere a che fare con valori più alti relativi alla pressione arteriosa e all’indice di massa corporea (BMI). Inoltre, a lungo termine si può andare incontro a problemi relativi ai livelli di zucchero nel sangue.

I risultati sopra citati sono stati commentati da Makarem, il quale ha posto l’accento sul fatto che, fino ad ora, gli studi dedicati allo stile di vita migliore per prevenire le malattie cardiache si sono mossi soprattutto verso due direzioni, con il fine di capire cosa e quanto fosse meglio mangiare.

Grazie a questo studio, come evidenziato sempre da Makarem, si pone l’accento sulla consapevolezza dei tempi e delle calorie assunte nel corso dei pasti serali, scoprendo comportamenti che, se modificati, possono aiutare a tenere sotto controllo il rischio di problemi cardiovascolari.

Conlcudiamo ricordando che si tratta in ogni caso di risultati preliminari e che il riferimento per i parametri calorici migliori dell’ultimo pasto della giornata deve essere il proprio dietologo di fiducia, professionista in grado di fornire indicazioni specifiche sulla base di età, stile di vita e storia familiare.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mangiare troppo a cena, un pericolo per la salute cardiovascolare femm...