Mancanza di Vitamina C: i campanelli d’allarme

La mancanza di vitamina C può manifestarsi con diversi sintomi: è importante riconoscere i campanelli d'allarme per capire se il nostro organismo ha bisogno di questo nutriente

La mancanza di vitamina C, così come di altri importanti nutrienti, si manifesta nel nostro organismo con dei sintomi ben precisi che è estremamente importante sapere riconoscere, in modo da poter correre ai ripari assumendone in quantità maggiori attraverso il cibo o, qualora non basti, aiutandosi con degli integratori specifici.
Sono tantissime, infatti, le persone che non riescono a seguire un’ alimentazione sana ed equilibrata e, secondo un recente studio condotto dall’Università dell’Illinois, questo porta ad una non sufficiente assunzione di vitamina C.

Questo nutriente ha un elevato potere antiossidante ed è caratterizzato da tutta una serie di proprietà benefiche per l’organismo come, per citare solo alcuni esempi, quella di prevenire le malattie cardiovascolari e il cancro, di rinforzare il sistema immunitario, di migliorare le performance fisiche e di abbassare i livelli di stress.
Per tutti questi motivi, la mancanza di vitamina C provoca particolari sintomi che devono essere letti come dei veri e propri campanelli d’allarme. E se assumere alimenti ricchi di vitamina C non basta, conviene aiutarsi con degli integratori.

Le ferite che faticano a rimarginarsi, così come frequenti sanguinamenti del naso, sono uno dei principali sintomi della mancanza di vitamina C. Quest’ultima, infatti, è indispensabile nella formazione del collagene della pelle e quindi, se manca, la guarigione sarà sicuramente più lunga. Altri sintomi sono il sanguinamento gengivale e la frequente formazione di afte , piccole ma fastidiosissime ulcere che si formano nelle pareti interne della bocca.
Unghie e capelli, così come la pelle, sono altri importanti elementi da osservare: capelli secchi e sfibrati, unghie che si sfaldano e pelle arrossata e ruvida sono, infatti, tipici segnali di un non sufficiente livello di vitamina C.

Influenze e raffreddori sono, in aggiunta, la prova che il sistema immunitario del nostro corpo richiede maggiori quantità di questo nutriente, in assenza del quale fatica a proteggerci da infezioni e malanni. Ma anche stanchezza e depressione possono essere letti come sintomi di mancanza di vitamina C.
In conclusione, sulle proprietà di questo nutriente sono stati condotti diversi studi; tra questi uno ha dimostrato che chi non ne assume quantità sufficienti è maggiormente predisposto a sviluppare artriti reumatoidi ed infiammazioni alle articolazioni, mentre un altro ha rivelato che un corretto apporto di vitamina C garantisce una riduzione della massa grassa del proprio corpo.

Mancanza di Vitamina C: i campanelli d’allarme