Le proprietà del Ganoderma, il fungo che abbassa la pressione

Ganoderma e pressione sanguigna? Alla scoperta di tutti gli effetti benefici che questo speciale fungo di origine asiatica è in grado di offrire all'organismo

Col ganoderma la pressione sanguigna può subire netti miglioramenti. Questo fungo parassita, denominato anche reishi, spicca per numerosi vantaggi per la salute. Originario dei paesi orientali, precisamente dal Giappone e dalla Cina, si sviluppa nelle fessure dei tronchi di alberi di quercia e castagno. Al contrario, i funghi reperibili in commercio sono originari dalle coltivazioni. Non si tratta di un fungo commestibile, poiché la sua consistenza è piuttosto compatta e rigida e dunque è difficile ingerirlo. Ma se viene sminuzzato e ridotto in polvere può trasformarsi in un vero e proprio toccasana per la pressione alta.

Le dimensioni del ganoderma sono abbastanza ampie ed una volta raccolto viene sottoposto ad essiccazione. Dopodiché si passa a delle lunghe fasi di macerazione, al fine di facilitare la lavorazione della fibra. Al termine, viene pestato e trasformato in finissima polvere, la quale può essere utilizzata in vari modi, come ad esempio la realizzazione di decotti o capsule medicinali. Per coloro che soffrono di pressione, il ganoderma è uno dei funghi più salutari per l’organismo.

Grazie ai suoi numerosi effetti benefici, questo fungo favorisce l’abbassamento della pressione sanguigna e allo stesso tempo abbassa i livelli di colesterolo. Per beneficiare di tutti i vantaggi è possibile assumere il ganoderma sotto forma di decotto. Basterà consumare una dose di circa 3 grammi al giorno, abbinata ad una piccola quantità di foglie di ulivo. La sua potenzialità è proprio quella di prevenire la formazione di trombi nel sangue, rendendolo dunque più fluido. Inoltre numerosi studi scientifici affermano che il ganoderma garantisce proprietà antitumorali, grazie alla presenza di peptidi specifici contenuti al suo interno, i quali contrastano la formazione di metastasi.

A tal proposito il ganoderma è stato considerato dal Governo Giapponese come un eccellente rimedio naturale per la cura del cancro allo stomaco. Non solo, questo fungo potrebbe rivelarsi anche il trattamento ideale per la cura del tumore ai polmoni. Il contenuto di questo fungo offre un’alta quantità di germanio, noto per le sue elevate proprietà antivirali ed antinfiammatorie. Allo stesso tempo il ganoderma apporta numerose virtù per il sistema immunitario, rendendolo dunque un’eccellente terapia per la prevenzione di numerose patologie.

Le proprietà del Ganoderma, il fungo che abbassa la pressione