Le donne soffrono il freddo più degli uomini. La ricerca

Perché le donne soffrono il freddo maggiormente rispetto agli uomini? Una recente ricerca prova, finalmente, ai dare spiegazione a questo interrogativo

Che le donne soffrano il freddo più degli uomini è un dato di fatto indiscutibile: di grande interesse è cercare, quindi, di capire come mai con l’arrivo dei primi freddi il ″gentil sesso″ inizi a rabbrividire e a coprirsi con vestiti pesanti, mentre i maschi non sembrino invece percepire la stessa sensazione, anche quando sottoposti alle stesse temperature.

Appare evidente come ad uno stesso stimolo ci siano due reazioni piuttosto differenti: per i giovanotti la temperatura ideale è intorno ai 22°, mentre per le fanciulle questo valore si sposta intorno ai 25°. Questa dissimile gestione del freddo sembra affondare le sue radici nella diversa composizione ormonale che caratterizza le donne rispetto agli uomini.

I ricercatori dell’Università di Portsmouth in un loro recente studio hanno dato, finalmente, spiegazione al perché il sesso femminile abbia sempre mani e piedi gelidi, anche quando il freddo non raggiunge livelli estremi: gli ormoni che regolano l’organismo delle donne, infatti, attiverebbero il meccanismo della vasocostrizione con cui il nostro corpo si difende dagli effetti del gelo, anche a temperature non pericolose per la salute delle estremità del corpo.

Inoltre, sempre secondo questa ricerca, il fatto che le donne sentano l’ inverno in modo maggiore rispetto agli uomini dipende anche dalla distribuzione del grasso corporeo, differente tra i due sessi. Le femmine, infatti, possono vantare rispetto ai maschi un 10% di massa grassa in più: il calore interno, importante per la percezione del tepore, raggiunge in questa condizione con maggiore difficoltà la pelle.

Anche il metabolismo delle donne presenta un funzionamento non omogeneo a quello degli uomini: i maschi avrebbero infatti un’attività metabolica più veloce del 20-30% rispetto a quella femminile. Il risultato è che l’organismo delle donne faticherebbe molto a mantenere la temperatura interna a dei valori percepibili come accettabili.

Queste scoperte dovrebbero mettere la parola fine una volta per tutte ai numerosi litigi che scaturiscono in genere dal settaggio di termostato e condizionatore. È assodato che la richiesta di una temperatura più sostenuta non sia un capriccio ma una vera e propria necessità determinata nelle donne da questi precisi meccanismi biologici: per il loro benessere è bene quindi accontentarle senza esitazioni.

Le donne soffrono il freddo più degli uomini. La ricerca