Lavarsi i capelli tutti i giorni fa male? Prendi esempio dalle star

Da sempre si dice che lavare i capelli tutti i giorni li indebolisce e fa male alla cute. Pare, invece, che questo sia uno dei soliti falsi miti da sfatare. Secondo recenti studi, infatti, lavarsi i capelli tutti i giorni sarebbe addirittura auspicabile, per liberare la cute da quel fastidioso senso di prurito che produce la seborrea. Anzi, è opportuno lavare i capelli spesso e non appena si avverte prurito al cuoio capelluto. Il prurito è, infatti, come la forfora, un segno della dermatite seborroica.

Secondo gli esperti, i capelli si possono lavare quanto e come è necessario, anche tutti i giorni al mare, se si fa sport o se si vive in una città molto inquinata. La pellicola idrolipidica che protegge la cute della testa ha infatti un equilibrio fisiologico delicato ma resistente. A indebolire i capelli o rovinarli non è il lavaggio, semmai il detergente: se si sentono aridi o si avverte un pizzicore sulla cute, basta cambiare shampoo.

Per far sì che i continui lavaggi non danneggino il cuoio capelluto e la struttura del capello, e indipendentemente da quale sia la nostra tipologia di capigliatura, dobbiamo sempre avere cura di scegliere degli shampoo molto delicati, possibilmente bio e con la minor quantità possibile di composti chimici, come ftalati e tensioattivi, che alla lunga possono creare scompensi. Il detergente ideale dovrebbe avere un ph compreso tra 5 e 7,5 (quindi sostanzialmente neutro) e non essere troppo schiumoso. Vanno bene anche gli "oil non oil", ad esempio, che lavano benissimo anche se ci possono dare l’impressione opposta. Quanto al balsamo, lo si può utilizzare, purché non lo si applichi sulla cute e sulla radice dei capelli, perché potrebbe "soffocarli". 

Lavarsi i capelli tutti i giorni fa male? Prendi esempio dalle st...