L’attività sportiva abbatte il rischio per 13 tipi di tumore

La prevenzione del tumore prevede una corretta attività sportiva: studi recenti affermano che chi pratica allenamento ha minore probabilità di ammalarsi

La prevenzione del tumore è molto importante perché riduce il rischio di sviluppare neoplasie in fasi difficili da gestire. L’esercizio fisico è dunque una vera e propria protezione per l’organismo, un perfetto alleato contro la malattia stessa. Passare tante ore in palestra, o fare jogging regolarmente, permette di sviluppare un’eccellente arma di difesa contro i tumori. A confermarlo è uno studio del National Cancer Institute che ha analizzato i dati di 1,4 milioni di persone. E’ stato valutato il grado di attività fisica in relazione a diverse tipologie di tumore.

E’ emerso che chi conduce una vita sedentaria ha un maggiore rischio di ammalarsi rispetto a coloro che praticano sport con costanza. Precisamente, gli amanti del fitness hanno una concreta e minore incidenza di sviluppare un tumore al fegato, all’esofago, al rene, al polmone, allo stomaco, al colon, alla mammella, alla vescica e all’endometrio. Sono meno predisposti alla leucemia mieloide, al mieloma e alle patologie oncologiche della testa e del collo. Inoltre, da tale analisi è emerso che gli effetti benefici dell’esercizio fisico si sono rivelati efficaci anche nell’ambito dell’alimentazione e del vizio del fumo dei partecipanti.

L’attività sportiva si è rivelata davvero molto utile nelle persone obese o già affette da cancro al polmone o all’endometrio. Dunque, il risultato è questo: chi pratica sport e allenamento, ha il 20% di probabilità in meno di sviluppare un tumore. Solo nei casi di neoplasie alla prostata e melanoma maligno, l’attività fisica non è risultata così efficace. In realtà la causa non è lo sport, piuttosto sono i raggi del sole, poiché l’analisi fa riferimento agli stati statunitensi maggiormente soleggiati con un tasso superiore di radiazioni ultraviolette. Proprio per questo è consigliabile essere molto attenti quando si pratica attività fisica proteggendosi adeguatamente dal sole con appositi filtri solari.

Bisogna ricordare che la prevenzione del tumore deve essere supportata da uno stile di vita ottimale che include diversi ambiti. Oltre allo sport e l’attività fisica in generale, si dovrà seguire una sana alimentazione ed eliminare le cattive abitudini come il fumo di sigaretta o l’alcol. Tutti questi aspetti entrano in correlazione fra loro, dando origine a dei veri e propri metodi di precauzione e salvaguardia del proprio benessere e stile di vita. Gli esperti spiegano che sono sufficienti dai 30 ai 60 minuti di attività sportiva moderata da praticare almeno 5 volte a settimana per apportare i giusti benefici all’organismo.

L’attività sportiva abbatte il rischio per 13 tipi di tumo...