La maggior parte degli integratori sono inutili, se non dannosi

Integratori alimentari, fanno davvero così bene? Secondo recenti ricerche, oltre che inutili sarebbero anche dannosi per l'organismo. Vediamo insieme il risultato dello studio

Gli integratori alimentari oltre che inutili, sarebbero addirittura dannosi per la nostra salute; a sostenere ciò è una ricerca condotta dall’Università della California. Per essere sicuri di mantenere la salute del nostro organismo e apportare tutti i nutrienti di cui ha bisogno, basterebbe seguire una dieta sana e bilanciata. All’interno dei cibi sani possiamo trovare tutto ciò di cui il nostro corpo ha bisogno; inoltre, non bisogna dimenticare di effettuare attività fisica ogni giorno. Se si seguono queste semplici regole, gli integratori alimentari sono del tutto inutili. Questa verità è emersa in seguito ad uno studio condotto dai ricercatori dell’Università della California, basato su persone anziane.

Durante lo studio, i ricercatori hanno studiato le abitudini degli anziani, osservando l’assunzione di 56 tipi di alimenti che contengono vitamina A, C ed E, accompagnata dal consumo di integratori alimentari. Dalla ricerca è emerso che i partecipanti al test che avevano determinate malattie, come ipertensione, artrite reumatoide, cancro e diabete, non hanno ottenuto nessun beneficio dall’assunzione degli integratori alimentari. Infatti, nonostante l’assunzione di una quantità maggiore di elementi antiossidanti, il corso della malattia non è stato influenzato in alcun modo.

I fattori che hanno influenzato in maniera notevole il corso delle malattie dei partecipanti al test sono il fumo, l’abuso di alcool, l’eccesso di caffeina, l’esercizio fisico e il peso. Secondo la coordinatrice della ricerca, la dottoressa Annlia Paganini-Hill, le sostanze antiossidanti come le vitamine A, C ed E, sono molto utili per proteggere l’organismo da malattie cardiache e nel prevenire il cancro. Tuttavia, non serve assumerle in quantità maggiori ricorrendo ad integratori alimentari, in quanto se ne trovano in quantità sufficienti all’interno degli alimenti sani, come ad esempio frutta e verdura.

Al contrario, secondo quanto sostenuto dal National Institutes of Health, un consumo eccessivo delle vitamine A, C ed E, potrebbe rivelarsi addirittura dannoso per l’organismo. Secondo i ricercatori, se si assumono dosi elevate di betacarotene, che si trova all’interno della vitamina A, potrebbe aumentare il rischio di contrarre il cancro ai polmoni, specialmente nei soggetti che fumano. Un eccesso della vitamina E invece, può influire negativamente sulla possibilità di contrarre un cancro alla prostata o un ictus. Stando a quanto emerso dunque, per prevenire determinate malattie è sufficiente seguire una dieta ricca di frutta e verdura, senza utilizzare gli integratori alimentari.

La maggior parte degli integratori sono inutili, se non dannosi