La dieta vegetariana favorisce il cancro

Lo rivela uno studio della Cornell University di Ny: maggior rischio di cancro al colon e malattie cardiovascolari

Addio sogni di vita lunga e priva di malattie cardiovascolari o tumori, per tutti i divoratori di piante e vegetariani e vegani, brutte notizie. Un recente studio della Cornell University di NY – pubblicato su Molecular Biology and Evolution – sostiene che la dieta vegetariana, se protratta a lungo, causerebbe alterazioni del patrimonio genetico aumentando il rischio di cancro.

La questione è che il regime alimentare vegetariano ricco di vegetali ma povero di grassi polinsaturi – come quelli contenuti nel pesce – faciliterebbe il rischio di sviluppare tumori.

La colpa è tutta della mutazione genetica – la rs6669896, localizzata in una porzione di DNA – che produce l’acido archidonico. L’acido, unito a una dieta ricca di grassi vegetali e povera di di omega-3,  provoca uno stato infiammatorio cronico dell’organismo.
E l’infiammazione, si sa, è responsabile di molte malattie degenerative, oltre a favorire il cancro.
Nello specifico le malattie sotto accusa sono: il cancro al colon e tutte le malattie cardiovascolari, in sostanza tutte quelle per le quali erano implicate le proteine animali.

Ma non c’è pace per gli erbivori, una nuova ricerca – della Medical University di Graz, in Austria – condotta su un campione di 1320 persone e pubblicata dalla rivista scientifica Plos One, sostiene che vegetariani e vegani sono maggiormente predisposti a malattie come l’ansia, la depressione e le allergie rispetto  agli onnivori.

Una vera rivoluzione, dunque, con molte polemiche e forti reazioni.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La dieta vegetariana favorisce il cancro