La dieta per compensare le abbuffate di Natale secondo il nutrizionista

Medico nutrizionista e diabetologo, il prof. Pietro Migliaccio suggerisce una strategia alimentare per non arrivare dopo l’epifania con dei chili di troppo. Ecco quale.

Sul sito del prof. Pietro Migliaccio si trovano preziosi consigli per evitare di prendere peso durante le grandi abbuffate natalizie. Il segreto per restare in forma nonostante pranzi e cene è semplice: bisogna imparare a contenersi e compensare.

L’ideale è perdere 2-3 chili prima del 23 dicembre seguendo quella che il prof. Migliaccio chiama dieta base, una dieta ipocalorica di 1200 chilocalorie che andrebbe seguita nelle settimane che precedono le festività. Un esempio di dieta di base è il seguente:
Colazione: un bicchiere di latte parzialmente scremato (g 150), caffè, un cucchiaino di zucchero, due fette biscottate
Spuntino: uno yogurt magro da g 125 oppure un frutto di stagione
Pranzo: g 120 di carne oppure g 130 di pesce oppure g 60/70 di formaggio light, con contorno di verdure crude o cotte (tranne patate, legumi e mais), in quantità a piacere, condito con un cucchiaino di olio extravergine di oliva e g 40 di pane
Spuntino pomeridiano: uno yogurt magro da g 125
Cena: un secondo piatto a piacere a base di carne o di pesce cucinato e condito secondo le proprie abitudini alimentari (evitando però di mangiare alimenti fritti e carni insaccate) con con contorno di verdure crude o cotte (tranne patate, legumi e mais), in quantità a piacere, condito con un cucchiaino di olio extravergine di oliva e g 40 di pane
Dopo cena: una mousse magra alla frutta oppure un frutto di stagione

Lo schema di dieta per le feste natalizie del prof. Migliaccio prevede poi che giornate in cui si segue la dieta base si alternino a giornate in cui ci si può lasciare andare e altre in cui si compensano gli eccessi. La dieta di compenso è una dieta estremamente ipocalorica di circa 850 chilocalorie da seguire solo dopo pasti particolarmente abbondanti. Un esempio di dieta di compenso è il seguente:
Colazione: Latte parzialmente scremato g 100, caffè e una fetta biscottata oppure tè a piacere con un cucchiaino di zucchero e due fette biscottate
Spuntino: una mela da 150 g
Pranzo: tonno sottolio sgocciolato una confezione da g 80 o g 60/70 di formaggio light con contorno di pomodori o insalata o fagiolini a piacere e pane g 40 o un pacchetto di cracker da g 25
Spuntino pomeridiano: un kiwi o un mandarino
Cena: petto di pollo o pesce gr. 130 (peso netto e crudo) con contorno di insalata verde mista o zucchine a piacere, condito con un cucchiaino di olio extravergine di oliva e 40 g di pane

Durante le feste lo schema da seguire prevede:
23 dicembre: dieta di compenso
24 dicembre: pranzo seguendo la dieta di compenso, cena libera
25 e 26 dicembre: dieta libera
27 dicembre: dieta di compenso
28 e 29 dicembre: dieta base
30 dicembre: dieta di compenso
31 dicembre: pranzo come da dieta di compenso, cena libera
1 gennaio: dieta libera
2 gennaio: dieta di compenso
3 e 4 gennaio: dieta base
5 gennaio: dieta di compenso
6 gennaio: dieta libera
7 gennaio: pranzo come da dieta di compenso, cena libera
8 gennaio: dieta base

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La dieta per compensare le abbuffate di Natale secondo il nutrizi...