La dieta paleo: dimagrire mangiando come gli uomini delle caverne

Dieta paleo, cos’è?
Nutrirsi come i nostri antenati, quelli dell’età delle caverne: ecco cosa propone lo scienziato e nutrizionista Loren Cardain per dimagrire ed evitare le malattie croniche, la maggior parte delle quali è dovuta a un’alimentazione non adatta ai nostri geni, che sono gli stessi di milioni di anni fa.
Da allora i geni dell’uomo, che si sono sviluppati nel corso di due milioni e mezzo di anni, non sono cambiati. Dopo la rivoluzione agricola e quella industriale la nostra alimentazione si è molto modificata rispetto alla dieta paleo dei nostri antenati. Nel frattempo i nostri geni non hanno fatto in tempo ad adattarsi alla nuova dieta: e così ingrassiamo e cadiamo vittime di malattie croniche come diabete e tumori, per citarne solo alcune.

Dieta paleo, alimenti consentiti e proibiti
Ma come mangiava l’uomo delle caverne? Il nostro antenato, agile e scattante, viveva di raccolta e caccia e quindi mangiava frutta e verdura in abbondanza, oltre a carne magra, pesce, selvaggina, frattaglie, olio di oliva e uova.
Dunque niente cereali, legumi, latte, carne grassa da allevamento, niente zucchero, niente latte né sale né miele, per la cui raccolta ci vuole una certa tecnologia. E’ questa la dieta paleo che consiglia Loren Cardain, sulla base del fatto che i nostri geni, di origine preistorica, hanno bisogno di una dieta adatta, ovvero di una dieta paleo. Da integrare però, su consiglio del suo inventore, con una serie di vitamine integrative per essere veramente equilibrata.

Le critiche alla dieta paleo
In realtà la dieta paleo è un concetto ideale che non corrisponde alla reale alimentazione dell’uomo delle caverne, che solo raramente riusciva a mangiare carne, se non a nutrirsi con regolarità, mentre oggi invece siamo abituati a mangiare a sazietà i prodotti che troviamo al supermercato, i quali difficilmente sono bio al 100%. Per non parlare dell’ambiente in cui viviamo, completamente diverso rispetto a quello preistorico: la nostra casa non è più una caverna ma un’abitazione con tutte le comodità, la nostra vita è sedentaria e non dobbiamo arrampicarci sugli alberi per raccogliere la frutta o rincorrere gli animali per mangiarli. Che sia per questo e non per la dieta paleo che l’uomo delle caverne era più in forma di noi? Senza contare che la sua vita media era di 30 anni, mentre la nostra di almeno 80. Anche grazie agli antibiotici e a un’alimentazione più ricca, pastasciutta compresa.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La dieta paleo: dimagrire mangiando come gli uomini delle caverne