La dieta depurativa dei 5 giorni da seguire tra Natale e Capodanno

Se senti il bisogno di disintossicarti dopo giornate di eccessi alimentari, questo è il piano nutrizionale che fa per te. Vario, sano, equilibrato e di stagione.

Luana Trumino Editor specializzata in Salute&Benessere

Vietato saltare i pasti o nutrirsi esclusivamente a base di frutta e verdura per compensare qualche stravizio di troppo che ti sei concessa nei giorni precedenti: per arrivare in forma al cenone di San Silvestro non occorrono troppe rinunce o diete drastiche, basta una Dieta Mediterranea caratterizzata dal basso indice glicemico, ma anche dalla varietà e stagionalità degli alimenti. Caratteristiche fondamentali per il mantenimento dello stato di buona salute psicofisica, soprattutto dopo momenti di eccessi alimentari. 

Parola della Dott.ssa Valentina Schirò, biologa nutrizionista, che spiega: “Siamo consapevoli che le festività natalizie sono occasioni durante le quali mangiamo e cuciniamo dei piatti prelibati, ma particolarmente ricchi in grassi, sale e zuccheri. Il tutto è spesso accompagnato da una maggiore voracità non dettata solo dalla gola, ma dalla compagnia. A volte, infatti, i momenti di convivialità diventano delle vere e proprie gare di resistenza tra i commensali. Cambia anche il ritmo del pasto che si fa decisamente più intenso e incalzante. Tutte queste condizioni sono inevitabilmente responsabili della comparsa di sintomi, da lievi a più gravi, come ad esempio la cattiva digestione, tensione addominale, alterazione della motilità intestinale, steatosi epatica, sovrappeso, obesità, alterazione del metabolismo dei grassi e degli zuccheri. Senza sottovalutare la comparsa anche di un disagio emotivo dato dalla successiva consapevolezza di aver esagerato”.

Cosa non fare

  1. Il primo consiglio della dott.ssa Schirò per evitare di commettere errori, è quello di non saltare i pasti e soprattutto gli spuntini. 
  2. Eliminare i carboidrati complessi.
  3. Seguire una dieta esclusivamente a base di verdure e/o proteine. 
  4. Eccedere nell’attività fisica.
  5. Scegliere esclusivamente cibi “free from…zuccheri, grassi, lattosio e glutine”.
  6. Eliminare il glutine (se non si è intolleranti).
  7. Optare per i pasti sostitutivi.
  8. Seguire diete monotematiche (per esempio quella del minestrone).
  9. Seguire diete consigliate da amici e parenti.

Cosa fare

“Dobbiamo essere coscienti di aver magari esagerato in occasione delle feste, ma ciò non significa che dobbiamo punirci e mortificare corpo e palato”, continua la nutrizionista. “È salutare avere dei momenti conviviali, ma dobbiamo imparare a gestire la nostra alimentazione anche durante queste occasioni. Un equilibrio, dunque, tra l’abbuffata da festa e il digiuno da sensi di colpa”.

E a proposito di sensi di colpa, “Per compensare uno ‘strappo’ – assicura la dott.ssa Schirò – buona regola sarebbe innanzitutto accompagnarlo, o meglio, precederlo da una buona porzione di verdure, crude o cotte, per rallentare l’assorbimento di grassi e zuccheri. Se sono avanzati dei dolci e difficilmente ne riusciamo a farne a meno, a questo punto il consiglio è quello di consumarli preferibilmente a colazione, moderare le porzioni e ridurre la quota di carboidrati complessi nei successivi pasti. Ma soprattutto, aumentiamo il nostro dispendio energetico facendo delle quotidiane camminate a ritmo sostenuto. È bene comprendere anche che lo ‘sgarro’ è responsabile di un aumento di peso e di ciò che da esso ne consegue, se questo è consueto e non occasionale”.

Cosa portare in tavola

Dal 27 dicembre al 31 dicembre pomeriggio via libera, dunque, agli alimenti di stagione della nostra preziosa Dieta Mediterranea. Frutta e verdura fresche insieme a uova, carne, pesce, legumi, cereali, pasta e formaggi. Il tutto preferibilmente condito con olio extravergine di oliva, aceto di mele, limone, erbe aromatiche, spezie. Bevande consigliate? “Acqua naturale; infusi, tè e tisane”, consiglia la dott.ssa Schirò. Caffè espresso, sì, ma “Massimo 3, ma a stomaco pieno”, conclude la nutrizionista.

Menù della dieta 

dal 27 al 31 dicembre (con cena del 31 libera)

27 DICEMBRE

COLAZIONE: Tè con biscotti secchi integrali e 1 frutto di stagione oppure yogurt magro e fiocchi di avena oppure spremuta fresca di succo di arancia e biscotti secchi integrali

SPUNTINO MATTINA: 1 frutto di stagione oppure una bevanda probiotica oppure una manciata di frutta secca oppure spremuta fresca di arancia o melograno

PRANZO: Uova strapazzate; asparagi lessi; pane di rimacino (40-50 g)

SPUNTINO POMERIGGIO: 1 frutto di stagione oppure una bevanda probiotica oppure una manciata di frutta secca oppure spremuta fresca di arancia o melograno

CENA: Spezzatino di maiale con le mele; insalata di verdure crude miste; pane di rimacino (40-50 g)

28 DICEMBRE

COLAZIONE: Tè con biscotti secchi integrali e 1 frutto di stagione oppure yogurt magro e fiocchi di avena oppure spremuta fresca di succo di arancia e biscotti secchi integrali

SPUNTINO MATTINA: 1 frutto di stagione oppure una bevanda probiotica oppure una manciata di frutta secca oppure spremuta fresca di arancia o melograno

PRANZO: Zuppa di lenticchie rosse e orzo; insalata al finocchio

SPUNTINO POMERIGGIO: 1 frutto di stagione oppure una bevanda probiotica oppure una manciata di frutta secca oppure spremuta fresca di arancia o melograno

CENA: Orata al cartoccio con erbe aromatiche; radicchio grigliato; pane di rimacino (40-50 g)

29 DICEMBRE

COLAZIONE: Tè con biscotti secchi integrali e 1 frutto di stagione oppure yogurt magro e fiocchi di avena oppure spremuta fresca di succo di arancia e biscotti secchi integrali

SPUNTINO MATTINA: 1 frutto di stagione oppure una bevanda probiotica oppure una manciata di frutta secca oppure spremuta fresca di arancia o melograno

PRANZO: Pasta con funghi; verdure crude miste

SPUNTINO POMERIGGIO: 1 frutto di stagione oppure una bevanda probiotica oppure una manciata di frutta secca oppure spremuta fresca di arancia o melograno

CENA: Insalata di cardi lessi; formaggio Quark (60-80g circa); pane di rimacino (40-50 g)

30 DICEMBRE

COLAZIONE: Tè con biscotti secchi integrali e 1 frutto di stagione oppure yogurt magro e fiocchi di avena oppure spremuta fresca di succo di arancia e biscotti secchi integrali

SPUNTINO MATTINA: 1 frutto di stagione oppure una bevanda probiotica oppure una manciata di frutta secca oppure spremuta fresca di arancia o melograno

PRANZO: Petto di pollo con erbe aromatiche; verdure al vapore; pane di rimacino (40-50 g)

SPUNTINO POMERIGGIO: 1 frutto di stagione oppure una bevanda probiotica oppure una manciata di frutta secca oppure spremuta fresca di arancia o melograno

CENA: Calamaro arrostito; insalata di spinaci; pane di rimacino (40-50 g)

31 DICEMBRE

COLAZIONE: Tè con biscotti secchi integrali e 1 frutto di stagione oppure yogurt magro e fiocchi di avena oppure spremuta fresca di succo di arancia e biscotti secchi integrali

SPUNTINO MATTINA: 1 frutto di stagione oppure una bevanda probiotica oppure una manciata di frutta secca oppure spremuta fresca di arancia o melograno

PRANZO: Insalata con gamberetti, rucola, arancia; pane di rimacino

SPUNTINO POMERIGGIO: 1 frutto di stagione oppure una bevanda probiotica oppure una manciata di frutta secca oppure spremuta fresca di arancia o melograno

CENA: libera

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La dieta depurativa dei 5 giorni da seguire tra Natale e Capodanno