La dieta del bagnasciuga

Spesso in estate si assumono abitudini alimentari scorrette che possono influire sul buon andamento della vacanza: mangiare fuori orario, poco (molti saltano completamente i pasti) o assumere alimenti scorretti. Ciò comporta il rischio di incappare in diverse problematiche psico-fisiche come cali di pressione, affaticamento e spossatezza, sbalzi di umore e persino un inatteso aumento di peso. Cosa mangiare allora in estate? Spazio ad alimenti freddi, nutrienti e rinfrescanti, da presentare in composizioni colorate e da consumare comodamente seduti a tavola con la famiglia o gli amici.

Ecco qualche piccola "dritta" per mangiar bene anche col caldo, senza affaticarsi:

– puntate su pietanze fresche, colorate, presentate in modo giocoso e da mangiare con le mani
– preparate piatti freddi, insalate rinfrescanti da ornare e rinforzare con alimenti come i formaggi
– la frutta non può e non deve mancare nelle tavolate estive perché, insieme al pesce, ha un giusto compromesso nutrizionale e di leggerezza

Anche l’occhio vuole la sua parte:

– presentate i piatti creando delle composizioni giocose, in linea con l’atmosfera vacanziera, che stuzzichino la voglia di mangiare e non trasmettano il senso di pesantezza
– anche l’uso dei colori assume un’importanza fondamentale nei piatti estivi, molto più che in quelli invernali: mettete sempre in bella vista gli alimenti dalle cromie più vivaci. Inoltre, utilizzare alimenti di colori chiari stimola l’appetito
– anche la forma dei cibi può aiutare: quando sono più compatti danno la sensazione di qualcosa da sgranocchiare e non proprio da mangiare.

 

La dieta del bagnasciuga