Impiegato? Manager? La dieta ideale per il lavoro che fai…

La dieta ideale per l'impiegato, le casalinghe, i liberi professionisti, i commercianti e i commessi: i consigli alimentari per ogni tipo di lavoro che si svolge

Spesso ci si chiede cosa si dovrebbe mangiare per svolgere al meglio il proprio lavoro. Qual è la dieta ideale per l’impiegato? Quale per le casalinghe? Quale per chi sta sempre a contatto con il pubblico? Il consiglio comune per tutti è quello della classica triade alimentazione sana, attività fisica e riposo. Vediamo ora qualche consiglio sulla dieta a seconda del lavoro che si svolge, per esercitarlo meglio e per stare meglio, sia esteriormente che fisiologicamente.

Serena Missori, endocrinologa e nutrizionista specializzata in diabetologia, per la dieta ideale dell’impiegato consiglia molte tisane decontratturanti e digestive come quelle a base di biancospino o di melissa. Gli impiegati infatti svolgono un lavoro sedentario e sono perennemente a rischio contrattura, per lo più alle spalle e al collo, e la loro posizione seduta non permette un’ottima digestione. Sempre per evitare la stanchezza e la pesantezza, per il pomeriggio afferma che il pranzo ideale deve essere leggero: cereali integrali, proteine magre, frutta e verdura piccola e facile da digerire. Il tutto condito con un po’ di olio extravergine d’oliva crudo e dei semi di lino, ricchi di acidi grassi buoni tra cui l’omega 3. Questa la dieta ideale per l’impiegato.

Le casalinghe invece consumano molte calorie, dunque il primo consiglio è assolutamente quello di non trascurare la colazione ma, di renderla ricca di fibre, carboidrati con un indice glicemico non eccessivamente alto, proteine e grassi sani. Il classico esempio è quello di una tazza di latte vegetale (soia, riso, mandorle) con dei fiocchi di crusca di frumento o dell’avena , da accompagnare con della buona frutta fresca di stagione. Gli spuntini durante la giornata non devono essere pesanti: frutta e frutta secca sono perfetti. Pranzi e cene sostanziose, prediligendo proteine magre e molta verdura.

Per i commercianti e i commessi, che devono stare sempre in piedi, ai danni di gambe e schiena, è consigliata una colazione abbondante, un pranzo che duri almeno venti minuti, una cena ricca di proteine e un frullato antinfiammatorio al giorno (ananas, menta e cetriolo ad esempio). I liberi professionisti invece, perennemente stressati, dovrebbero prediligere una colazione abbondante e salata, un pranzo leggero e una cena a base di zuppe, legumi e le immancabili proteine prese da carne o pesce, cercando di regolarizzare il più possibile gli orari.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Impiegato? Manager? La dieta ideale per il lavoro che fai…