Il modo in cui reagisci ai refusi svela la tua vera personalità

Gli errori grammaticali sono sempre in agguato e nessuno ne è immune, ecco cosa accade quando ci troviamo di fronte ai temuti refusi

Se gli errori grammaticali vi fanno gelare il sangue nelle vene o vi lasciano indifferenti, la vostra reazione potrebbe svelare parte della personalità. Secondo un originale studio pubblicato sulla rivista scientifica Plos One, i diversi tipi di reazione di fronte agli errori scritti possono essere ricondotti ad una personalità introversa o addirittura poco gradevole. La ricerca, condotta dall’Università del Michigan, ha coinvolto 83 studenti ai quali è stato chiesto di leggere 3 e-mail differenti: una contenente errori grammaticali, un’altra con dei semplici difetti di battitura (ad esempio “mkae” al posto di “make”) e la terza assolutamente corretta.

Ai partecipanti al test è stato chiesto di esprimere un giudizio sugli autori delle email, attribuendogli un punteggio relativo al grado di cordialità, d’intelligenza, di capacità di sintesi, etc. In seguito, ad ognuno di essi è stato domandato di trascrivere gli errori grammaticali e di specificare quanto questi li avessero infastiditi. La seconda fase del test, invece, si è focalizzata sui volontari a cui è stato chiesto di rispondere ad alcune domande specifiche (età, il loro rapporto con il linguaggio, il contesto sociale d’origine, etc.). I risultati dello studio hanno dimostrato che i più rigidi nei confronti degli autori sbadati e impreparati erano proprio i più pignoli e introversi.

Secondo i ricercatori, ciò è dovuto al fatto che gli individui meno gentili e disponibili difficilmente riescono a tollerare le imperfezioni altrui. Al contrario, gli studenti che si sono dimostrati indifferenti agli errori grammaticali sono riusciti ad esprimere giudizi più favorevoli nei confronti degli autori anonimi e si sono rivelati quelli più estroversi e cordiali.
Tuttavia, sono indispensabili ulteriori ricerche per chiarire in modo più approfondito le relazioni che intercorrono tra la personalità e la sensibilità nel percepire gli errori grammaticali.

Infatti, se da un lato lo studio ha dimostrato l’esistenza di questa connessione, dall’altro è impossibile giungere a delle conclusioni generalizzate basandosi esclusivamente su uno studio di 83 partecipanti. Dalla ricerca, tuttavia, è evidente come nell’era di Internet sia sempre più importante il modo in cui si viene percepiti dagli altri in base allo stile di scrittura. Un’altra informazione rilevante che emerge dallo studio è che spesso i giudizi altrui nei confronti di perfetti sconosciuti siano fortemente influenzati dalla personalità di chi giudica. La ricerca, quindi, potrebbe aprire interessanti scenari anche nel campo dell’indagine psicologica in materia di pregiudizi.

Il modo in cui reagisci ai refusi svela la tua vera personalità