Il mercoledì il menu diventa veg: ecologico, salutare e soprattutto low cost

Un menù vegetale in tavola tutti i mercoledì: è la proposta della Lav (Lega Antivivisezione) per dare una svolta eco-salutare alla nostra alimentazione. Il mercoledì Veg fa bene agli animali, che non avremo contribuito a uccidere, ma anche all’ambiente, alla salute e al portafogli: basti pensare al costo e alla resa di 1 chilo di legumi rispetto a 1 chilo di carne o di pesce.

Non solo: produrre alimenti vegetali, sottolinea la Lav, è più ecologico ed etico rispetto alla produzione di carne, latte o uova. Se tutti gli italiani adottassero l’abitudine di inserire nel loro menu un giorno Veg alla settimana, "si risparmierebbe l’equivalente in emissioni di CO2 prodotte da 1 miliardo e 600 milioni di chilometri percorsi con un Suv", spiega Paola Segurini, responsabile del settore Veg della Lav.

Migliaia di animali, inoltre, potrebbero essere salvati da una vita di sofferenza e da una morte impietosa: se mille studenti adottassero il mercoledì Veg per un anno in mensa o in famiglia, risparmierebbero la vita a 5mila polli, 5400 conigli o 52mila platesse.
Il risparmi vale anche a livello individuale: se una sola persona adottasse il mercoledì Veg per un anno, risparmierebbe l’equivalente del consumo di una lampadina accesa ininterrottamente per 277 giorni: non poco quanto a risparmio energetico.

E’ stato calcolato che sostituendo un chilo di carne a settimana con proteine vegetali si risparmiano almeno 15500 litri di acqua: in ogni caso, secondo una ricerca diffusa durante la Settimana mondiale dell’acqua, entro 40 anni tutti dovranno passare a un’alimentazione vegetariana, per non vedere esaurite le risorse idriche.

Il mercoledì il menu diventa veg: ecologico, salutare e soprattutto l...