“Il grasso dentro”. Non si vede e per questo non allarma, ma a volte è più pericoloso

Non è soltanto il grasso esteriore a destare preoccupazione, talvolta il grasso interno può rivelarsi maggiormente pericoloso per la propria salute

Quando si dice “l’apparenza inganna” è proprio vero, anche per coloro che si guardano allo specchio e sono soddisfatti della propria immagine perchè rispecchiano il peso forma ideale e non hanno grasso in eccesso . Purtroppo, essere magri esteriormente non significa essere magri dentro. Il grasso interno è invisibile, non si vede ma è insidioso e pericoloso. Si annida con più facilità avvolgendo gli organi vitali e debilitandoli. Sono tantissime infatti le persone che credono di essere magre, ma in realtà non sanno di essere grasse dentro.

Le adiposità sono i fattori a cui bisogna prestare molta attenzione proprio perchè molto spesso sono difficili da individuare, ma ci sono. Come fare quindi a riconoscere questo problema? Per capire se si è grassi dentro è fondamentale innanzitutto prendere in considerazione alcuni aspetti. In primo luogo, bisogna verificare la circonferenza vita, la quale può rivelare molto sui pericoli relativi alle adiposità del proprio organismo. La misura ideale della circonferenza vita per la donna dovrebbe essere intorno gli 80 cm mentre per l’uomo intorno i 94.

Ma non è sufficente basarsi unicamente sulla circonferenza vita per comprendere se vi è un’emergenza. Infatti, per avere ulteriori certezze a riguardo e analizzare a fondo il problema basterà effettuare degli esami del sangue. Per ottenere invece una conferma totale basterà eseguire un’ecografia non invasiva del fegato. Dunque, non basta focalizzarsi unicamente sull’aspetto esteriore o sui chili in eccesso facili da notare grazie ad un semplice specchio: la ciccia esterna e quella interna vanno considerate allo stesso modo poichè un problema non esclude l’altro. A differenza del grasso esterno che può essere riconosciuto e tenuto sotto controllo, quello interno è invisibile e va a deteriorare impercettibilmente gli organi più importanti.

Naturalmente, alla base di tutto ciò non vanno trascurate delle regole importanti. E’ fondamentale eseguire una corretta attività fisica e bere almeno due litri di acqua al giorno associando il tutto ad un’adeguata alimentazione. E’ importante calibrare i pasti durante la giornata prestando attenzione a non eccedere nelle quantità. L’ideale sarebbe consumare in tutto 6 pasti al giorno di cui 3 pasti principali e 3 spuntini. Mangiare deve essere bello e sano allo stesso tempo.

“Il grasso dentro”. Non si vede e per questo non allarma, ...