I tatuaggi fanno bene alla salute: ecco perché

Una ricerca americana ha dimostrato che l'inchiostro riesce a migliorare le reazioni del sistema immunitario

I tatuaggi li si ama o li si odia. Anche tra i sostenitori, però, c’è chi è restio a farli per paura di possibili infezioni o controindicazioni salutistiche.

Di questi giorni una notizia che ribalterebbe la situazione:  (potrebbe rappresentare davvero una svolta) i tatuaggi non solo non fanno male, ma farebbero addirittura bene alla salute.

Secondo uno studio dell’University of Alabama, pubblicato sull’American Journal of Human Biology, avere molti tatuaggi e di conseguenza molto inchiostro sotto pelle  rafforzarzerebbe il sistema immunitario. Sono state analizzate le salive di 5 uomini e 24 donne prima e dopo aver realizzato dei tatuaggi sulla loro pelle ed i risultati sono stati chiari. Dopo aver decorato il loro corpo con l’inchiostro, riuscivano a combattere meglio le malattie.

Fare un tatuaggio per la prima volta in realtà riduce le capacità di reazione del sistema immunitario a causa dello stress a cui viene sottoposto il corpo e di conseguenza si è più inclini a raffreddore ed infezioni ma a lungo andare le cose cominciano a cambiare e gli effetti diventano incredibili. E con questo anche i più titubanti non avranno più scuse.

I tatuaggi fanno bene alla salute: ecco perché