I rimedi naturali per l’alluce valgo

Uno dei problemi che accomuna la maggior parte della gente è quello dell'alluce valgo. Riguarda i piedi e molto spesso può essere fastidioso e dolorante

L’alluce valgo rappresenta un problema dei piedi causato da una sublussazione del primo metatarso, che comporta una vera e propria deviazione della posizione iniziale. Per cui la punta del dito del piede tenderà a curvarsi verso la parte interna dirigendosi nella posizione delle altre dita. In situazioni gravi, si assisterà addirittura alla sovrapposizione di esse, tanto da originare una cosiddetta “cipolla”, conosciuta anche come borsite in termini scientifici. Ovviamente questa rappresenta una delle avvisaglie esterne, ma molto spesso essa è accompagnata da un gran dolore.

In alcuni casi si ha una predisposizione genetica, in altri può dipendere da malformazioni vere e proprie del piede o da patologie come potrebbe essere il piede piatto. Un ruolo molto importante è giocato anche dalla cattiva postura o dall’acquisto di calzature sbagliate che comportano un peso maggiore nella parte frontale del piede favorendone così la fuoriuscita dell’alluce valgo. Sembrerebbe manifestarsi con maggiore frequenza nelle donne, forse a causa dell’utilizzo di scarpe con il tacco o strette nella parte anteriore, tutte situazioni che favoriscono un’ infiammazione ed in seguito la comparsa.

Data la natura di tale disturbo, non solo bisognerà fare attenzione alle scarpe da indossare, che dovranno essere più comode possibile, ma è importante effettuare degli ottimi pediluvi con l’unione di olio alla lavanda, inoltre se non disponete di tale olio potrete usare anche quello alle mandorle e far seguire il tutto da un massaggio delicato.
Per poter alleggerire l’infiammazione potrete usare degli impacchi freddi, realizzati con dei panni puliti immersi in un composto misto a gocce di olio di rosmarino, lavanda e camomilla da posizionare sulla parte dolorante e lasciare riposare per circa 20 minuti.
Per uso interno potrete utilizzare una tisana a base di sambuco da usare almeno due volte al giorno.
Infine potrete aiutarvi anche con dei semplici esercizi da realizzare in casa, ricordandovi ad esempio di camminare scalzi per favorire una migliore circolazione del vostro plantare, far scivolare il piede su un bastone o su una piccola pallina facendo molta attenzione a non cadere.
In ogni caso prima di effettuare una scelta azzardata è sempre bene consigliarsi con il proprio medico di famiglia per conoscere lo stadio di avanzamento di questa malattia e valutare se è curabile attraverso le tecniche precedentemente descritte oppure necessita di un intervento chirurgico per eliminare definitivamente e alla base questo problema.

Immagini: Depositphotos

I rimedi naturali per l’alluce valgo