I chili di troppo aumentano il rischio cancro. Ecco lo studio

Essere obesi fa male alla salute, e non è una novità: diabete, colesterolo, malattie cardiovascolari, ipertensione e triglicerdidi, sono tutte conseguenze di chi ha troppo grasso accumulato e insieme a lui si porta dietro una serie di problemi legati alla sindrome metabolica.

Ora, però, c’è un pericolo in più per chi è obeso: il cancro.

Alcuni "recenti dati epidemiologici italiani – sostiene il dott. Dario Giugliano, ordinario di Endocrinologia e Malattie del Metabolismo della II Università degli Studi di Napoli – indicano un’associazione tra la presenza di sindrome metabolica e aumento del rischio di cancro colonrettale in entrambi i sessi, cancro della mammella in postmenopausa, endometrio per le donne e fegato negli uomini"

Nel 2012 ci sono stati oltre 364.000 nuovi casi di cancro, che provocheranno circa 175.000 decessi. E a rischiare di più di ammalarsi sono proprio i pazienti con sindrome metabolica.

Da studi recenti in Usa emergono dati ancora più preoccupanti di quanto non si sapesse già: il 14% delle morti per cancro nell’uomo e il 20% nelle donne sono attribuibili proprio al peso eccessivo.

Così ripartiti tra le donne e gli uomini: il 25% del sesso forte e il 34% del gentil sesso rischiano maggiormente di contrarre cancro colonrettale, il 56% delle donne di soffrire di cancro della mammella in postmenopausa e il 43% degli uomini di cancro al fegato.
 I rimedi? Eccoli, semplici ma ineluttabili:

Queste regole elementari  – secondo l’endocrinologo napoletano –  ridurrebbero la sindrome metabolica nella popolazione e attenuerebbero anche il rischio di ammalarsi di cancro.

I chili di troppo aumentano il rischio cancro. Ecco lo studio