E’ genetica la voglia di dormire di più

Un europeo su cinque è portatore di un gene, l'ABCC9, che richiede al fisico mezz'ora di sonno in più a notte

Uno studio eseguito dai ricercatori dell’Università di Edimburgo ha indicato il motivo per cui alcune persone hanno bisogno di più ore di sonno rispetto ad altre: è colpa di un gene.

Hanno scoperto un gene che spiegherebbe il bisogno maggiore di dormire. Un europeo su cinque presenta la necessità di dormire almeno mezz’ora in più a notte, sono i portatori del gene ABCC9 – coinvolto nella rilevazione dei livelli di energia cellulare. A costoro anche i medici suggeriscono di prendersi più tempo degli altri sotto le coperte.

Quindi, sono tutti allertati, chi non riesce a reagire al suono della sveglia e resta sempre a letto ha una giustificazione genetica. Lo studio scozzese ha coinvolto 10.000 individui, sono state indagate le loro abitudini in camera da letto e i loro profili genetici. Il sonno in particolare è stato analizzato nei giorni di vacanza in cui non c’è bisogno di puntare la sveglia per andare al lavoro.

I ricercatori hanno scoperto che essere dormiglioni è una caratteristica di famiglia, anche se le ore effettive in cui uno riesce a dormire dipendono da altri fattori: età, latitudine, stagione e ritmi giornalieri.

E’ dimostrato che soddisfare il proprio bisogno fisiologico di sonno sia importante per essere sani. Chi è costretto a non seguire le proprie inclinazioni genetiche e a dormire meno ore di quante ne avrebbe bisogno rischia di compromettere la propria salute.

E’ genetica la voglia di dormire di più