Frutta e verdura a tavola per restare giovani

Più sani e più belli mangiando cinque porzioni al giorno di frutta e verdura

E’ indispensabile – per essere in buona salute – seguire i consigli di nutrizionisti e dietologi che invitano a mangiare sempre più frutta e verdura –  meglio di stagione – e fare movimento per portare beneficio a tutto l’organismo. Gli stessi esperti sostengono: chi mangia frutta tutti i giorni si mantiene più sano e più bello. Il merito va alle tante sostanze protettive  presenti nei vegetali, come gli antiossidanti che, proteggendo e nutrendo le cellule, funzionano come un vero e proprio lifting da tavola, economico ed efficace.

Arrivare alle fatidiche cinque porzioni al giorno di frutta e verdura raccomandate dall’OMS (Organismo Mondiale della Sanità), per conquistare il benessere senza troppi sacrifici, non è sempre facile a causa dello stile di vita frenetico, che spesso impedisce di mangiare in modo corretto. Una soluzione può essere quella di ricorrere a un frullato di frutta fresca. Perfetto come completamento della prima colazione, come snack o come sano dessert dopo pasto. Oltre che soluzione ottimale per disporre di energia immediata, soprattutto se consumato come spuntino a metà mattina o pomeriggio, o comunque quando lo stomaco non è impegnato nella digestione di altri alimenti: in questo modo si velocizza anche l’assorbimento vitaminico.

«Non esiste un momento ideale per il consumo, ma piuttosto diverse occasioni in cui il frullato può effettivamente regalarci una marcia in più: al mattino, per ricaricare le batterie dell’organismo provato dal digiuno notturno e quindi particolarmente ricettivo a tutto ciò che gli viene fornito; a pranzo per rendere più equilibrato anche il pasto più frettoloso; come spuntino per un effetto tiramisù immediato e per gestire al meglio la fame fuori orario, ma anche dopo cena come dessert ipocalorico ma goloso che si presta ad aggiunte e varianti fantasiose», spiega Samantha Biale, nutrizionista e prima diet coach italiana: «Un frullato, come merenda o spezza digiuno, mi permette di assumere tante sostanze, vitamine, minerali ed elementi nutritivi vitali, che sono tremendamente utili per la forma e la bellezza della pelle. Soprattutto in estate, una stagione in cui la frutta offre energia leggera e mi aiuta a prevenire i danni del troppo sole grazie alle vitamine».

Per assicurarsi i migliori benefici è determinante il momento di consumo. Il consiglio è di iniziare la giornata con 250 ml di frullato di ananas e banana, magari da consumare insieme a yogurt e cereali, che assicurano energia di lunga durata, che pur apportando una quantità modesta di calorie, assicura tutti i micronutrienti fondamentali. Dopo la palestra, per ripristinare la quota idrica, vitaminica e minerale, ma anche per rimpinguare le scorte di glicogeno muscolare, meglio cocco e mango. Per tamponare una fame improvvisa o per l’abituale break pomeridiano perfetto è il mix fragola e banana, che con poche calorie, assicura un buon senso di sazietà. Dopo cena, al posto del dessert, meglio un frullato lampone e melograno con l’aggiunta di due palline di gelato alla crema.

Dunque il frullato è un alleato per linea, bellezza e benessere e anche un alimento perfetto per i bambini, che spesso sono refrattari a consumare verdura o frutta fresca di stagione. La diet coach Biale sostiene: «Il frullato permette di fare assumere tutte le virtù nutrizionali della frutta anche a quei bambini che tendono a rifiutarne il consumo naturale. Proporre ogni giorno un frullato di frutta diverso, a colazione oppure al momento della merenda, dopo il gioco o lo sport, può costituire una valida soluzione che consente di limitare l’apporto di calorie inutili tipiche di merendine e dolciumi e, parallelamente, di fornire ai più piccoli una fonte di supplementare di nutrienti fondamentali per la loro crescita».

E se non si ha tempo di preparasi un frullato con le proprie mani si può ricorrere a quelli già pronti, con il benestare della nutrizionista. «Una bottiglietta di frullato, con i suoi 250 ml costituiti da sola frutta e niente acqua o altri ingredienti aggiunti, copre più della metà del fabbisogno raccomandato di vegetali. Con un vantaggio in più rispetto ai frutti consumati tali quali, perché la frutta frullata diventa particolarmente digeribile e, per questo, velocemente assimilabile dall’organismo», conclude la Biale.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Frutta e verdura a tavola per restare giovani