Fieno greco, la pianta che abbassa la glicemia e previene il diabete

Capace di abbassare la glicemia, questa pianta è considerata un toccasana anche contro il colesterolo alto

Il fieno greco, pianta chiamata con questo nome in quanto ampiamente utilizzata come mangime per il bestiame nell’antichità, è un toccasana naturale per la prevenzione del diabete e contro le patologie correlate a questa condizione.

Appartenente alla famiglia della Leguminose e coltivata soprattutto in Egitto, questa pianta deve i benefici appena citati al suo contenuto di 4-idrossi-isoleucina, un derivato dell’aminoacido essenziale isoleucina in grado di abbassare la glicemia. Capace di ridurne i livelli a digiuno, il fieno greco ha semi che possono essere consumati senza problemi solo dopo che si sono ammorbiditi. Molto spesso, chi li acquista sceglie di lasciarli in acqua per una notte e di tostarli il giorno successivo.

Una volta completato questo processo, sono diverse le alternative che si possono considerare. Si possono consumare i semi di fieno greco aggiungendoli a una fresca insalata mista, ma anche utilizzarli per accompagnare delle verdure cotte. Tornando un attimo ai benefici di questa pianta, ricordiamo ancora una volta che ha un ruolo anche nella prevenzione delle patologie correlate al diabete. In questo novero, è possibile ricordare innanzitutto la nefropatia diabetica, considerata un’insufficienza renale terminale.

I suoi effetti contro questa condizione patologica estremamente grave sono stati indagati da vari studi. Tra i tanti, ne spicca uno condotto da un’equipe attiva presso il Dipartimento di Biochimica del Central Food Technology Research Institute di Mysore (India). Questa ricerca, che ha coinvolto dei ratti da laboratorio diabetici, ha portato a risultati positivi riguardanti non solo l’assunzione di fieno greco, ma anche quella di cipolla. In entrambi i casi, gli studiosi hanno individuato una forte riduzione dei marcatori di danno ai reni (nefrina, podocina, podocalixina).

Utilizzato di frequente per la preparazione del curry, il fieno greco è a tutti gli effetti un super food. Come già detto, è in grado di favorire la produzione di insulina e di abbassare la glicemia, ma non solo. La sua assunzione coinvolge anche il pancreas, incentivando la secrezione di bile. La ricchezza in proteine lo rende uno spezza fame adatto per il post allenamento degli sportivi.

L’assunzione di fieno greco è da evitare in gravidanza, durante l’allattamento e in caso di fibrillazione atriale. In ogni caso, anche se non si ha a che fare con queste situazioni è consigliabile consultare il proprio medico curante prima di iniziare a provarlo.

Fieno greco, la pianta che abbassa la glicemia e previene il diab...