Errori da evitare nello svezzamento del bambino

Spesso le madri adottano il metodo "fai da te", con metodi non conformi ai consigli del pediatra. Lo svezzamento prevede invece tempi specifici

I tempi dello svezzamento devono essere seguiti con attenzione, né procedere troppo in anticipo, né tardare troppo.

Ci sono a proposito delle linee guida nazionali e internazionali, che sono poi veicolate alle madri da parte del pediatra, il quale si attiene a queste norme quando dice come comportarsi.

Il latte materno è l’elemento più importante, e non deve essere sostituito da altro fino al sesto mese del bambino.
In seguito integrarlo con alimenti nutrizionali che servono a completare il fabbisogno nutrizionale del piccolo.
Svezzare il bambino precocemente è causa di obesità, farlo troppo tardi può portare a serie carenze nutrizionali.

Le proteine sono un altro elemento da tenere sotto controllo, in quanto in media secondo gli studi fatti, i bambini assumono proteine in eccesso e questo provoca obesità.
E’ consigliato tenere sotto controllo l’apporto di proteine del bambino fino almeno a 3 anni, in quanto se assume il latte nella quantità giusta ha già sufficiente apporto proteico.

Gli zuccheri sono da tenere sotto controllo, soprattutto nella prima infanzia.
L’apporto di zuccheri ai neonati deve essere tenuto sotto al 10 per cento del totale apporto di calorie e nel possibile, dicono gli esperti, sarebbe meglio tenerli al di sotto del 5 per cento.
Gli alimenti dolci fanno perdere il senso del gusto dei vari alimenti, rischiando di rovinare il palato del bambino che potrebbe rifiutare altri cibi meno dolci.

I grassi e i carboidrati nei primi anni del bambino, sono utilissimi a soddisfare le necessità di un corpo in crescita costante.
Infatti la loro attività fisica aumenta passando da gattonare, a camminare e poi a correre, necessitando ancora di più di queste sostanze.
Quindi con la crescita progressiva del bambino introdurre pian piano frutta e cereali, che sono ricchi di carboidrati.

Il sale è già presente nell’alimentazione del bambino in quantità sufficiente.
Non aggiungete altro sale perché in tal modo si espone il bambino a rischi di ipertensione arteriosa negli anni successivi, in quanto il sale è un alimento che se usato in eccesso, può essere dannoso per la salute.

In conclusione, commettere errori nell’alimentazione dei bambini e durante lo svezzamento, può essere oggetto di problemi seri di salute nei piccoli.
Non uscite mai dalle linee guida del vostro pediatra, egli si attiene a studi e normative europee e mondiali che sono fatte apposta per la sicurezza dei bambini.

Immagini: Depositphotos

 

Errori da evitare nello svezzamento del bambino