Erba d’orzo: aiuta a perdere peso e a bilanciare gli zuccheri nel sangue

La foglia della pianta dell'orzo è un concentrato speciale di benefici per la salute

Considerata un vero e proprio super food in virtù delle sue capacità di influire sul controllo del peso e sull’equilibrio della glicemia, l’erba d’orzo ha come base quello che è considerato uno dei cereali più popolari al mondo.

Per essere precisi, è il caso di ricordare che, quando si utilizza l’espressione ‘erba d’orzo’, si inquadra la foglia dell’omonima pianta. Entrando nel vivo della sua composizione nutrizionale, è il caso di ricordare la presenza di diversi preziosi alleati della salute. In questo novero è possibile includere la vitamina A, fondamentale per la bellezza della pelle e per l’efficienza del sistema immunitario, ma anche la vitamina C.

Da non dimenticare è altresì la presenza di vitamina K, fondamentale per la buona coagulazione del sangue, così come quella di polifenoli e flavonoidi, aventi un ruolo cruciale per quanto riguarda il controllo dello stress ossidativo.

Come sopra accennato, tra i benefici dell’erba d’orzo è possibile includere la capacità di favorire il calo ponderale. A cosa è dovuta questa proprietà? A due aspetti innanzitutto: le pochissime calorie e l’importante contenuto di fibre.

Quando si chiamano in causa questi nutrienti, è nodale rammentare il loro ruolo nel miglioramento dei livelli di sazietà. Questo beneficio è stato più volte sotto la lente della scienza. Interessante a tal proposito è uno studio pubblicato del 2010, che ha visto impegnati alcuni esperti attivi presso la Kansas State University.

Il team in questione ha analizzato gli effetti della fibra dietetica e dei suoi componenti sulla salute metabolica, confermando un effetto favorevole sul peso corporeo in chi consuma i nutrienti sopra ricordati.

I benefici dell’erba d’orzo non finiscono certo qui! Da non dimenticare, ribadiamo, è la capacità di equilibrare gli zuccheri nel sangue. Anche in questo frangente bisogna dire grazie alle fibre, in particolare a quelle solubili. Come evidenziato da diversi lavori di ricerca – tra i quali è possibile citare uno studio pubblicato nel 2013 e condotto in Giappone – le fibre non idrosolubili possono contrastare l’incremento della glicemia postprandiale.

A questo punto, è naturale chiedersi quali siano le alternative migliori per assumere l’erba d’orzo. A tal proposito, è bene specificare che l’erba d’orzo intera può non essere facilissima da trovare. Nei negozi specializzati, online e non solo, si può reperire soprattutto la polvere, da evitare se si stanno assumendo farmaci o in caso di celiachia o intolleranza al glutine.

Per chiarimenti mirati sulla base delle proprie condizioni, la cosa giusta da fare è chiedere consiglio al proprio medico curante prima di iniziare ad assumerla.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Erba d’orzo: aiuta a perdere peso e a bilanciare gli zuccheri ne...