Ecco perché stiamo male dopo aver fatto tardi la notte

Stare male il giorno dopo aver fatto le ore piccole accade a molte persone. Scopriamo cosa succede realmente all'organismo

Stare male il giorno dopo essere andati a letto tardi è una sensazione davvero spiacevole, soprattutto quando poi si è obbligati a svegliarsi presto. Se a questo si aggiunge che chi fa le “nottate brave” avrà anche bevuto qualche drink di troppo, allora, alle conseguenze della privazione di sonno si sommano anche i postumi da sbornia. Perciò è fondamentale capire cosa può farvi addormentare sereni e cosa ve lo sta impedendo. Lo scrittore Pedro Ruiz una volta disse: “il bello del vino è che, per due ore, i tuoi problemi sono di altri”. Tuttavia, se si va a letto tardi, il giorno dopo i problemi sono di nuovo i tuoi ma raddoppiati.

Quando si va a letto tardi, il nostro organismo va incontro allo sfasamento del normale ritmo circadiano. Questo porta a una mancanza di sonno che ha effetti a breve termine sia sulle facoltà cognitive sia sulle funzioni del corpo. La regione del cervello che per prima risente della carenza di sonno è il lobo temporale. Se quest’area funziona male, viene compromessa anche la facoltà di elaborazione del linguaggio e quella relativa all’apprendimento. La seconda regione del cervello che subisce gli effetti negativi del fare le ore piccole è la corteccia prefrontale, cioè l’area responsabile delle essenziali facoltà mentali: la memoria, la logica e il ragionamento.

Infine, gli effetti della carenza di sonno si fanno sentire anche sui sistemi di regolazione delle attività corporee. E’ sufficiente una sola notte, passata a stare svegli fino a tardi, per determinare il cattivo funzionamento degli organi: l’ipotalamo, l’ipofisi e le ghiandole surrenali. Le conseguenze sono il rallentamento delle attività metaboliche, una minore tolleranza allo stress e una forte stanchezza psicofisica. Tutte queste alterazioni fisiologiche portano a stare male il giorno dopo aver fatto tardi. Si manifestano con le classiche sensazioni di stordimento, confusione e stanchezza.

Quando poi le notti brave vanno a braccetto con il consumo di alcolici, gli effetti negativi vengono amplificati. L’alcol, infatti, entra nel nostro organismo e viene convertito in acetaldeide. Questa molecola è responsabile dei comuni sintomi del post sbronza e porta a stare male il giorno dopo aver alzato troppo il gomito. Se la bevanda consumata è il vino rosso, gli effetti negativi sono maggiori poiché questo contiene Tirammina. Si tratta di un amminoacido che ha la capacità d’influire sulla pressione sanguigna e di agire da vasodilatatore cerebrale, causando l’emicrania e la nausea che fanno stare male il giorno dopo aver bevuto.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ecco perché stiamo male dopo aver fatto tardi la notte