Disordini alimentari: mentire sul cibo, una nuova forma di anoressia

Gli anglosassoni la chiamano Liar-exia. Si tratta di un nuovo tipo di disturbo alimentare, sempre più diffuso: il termine si riferisce al fatto che chi ne soffre mente riguardo al cibo. Queste persone, principalmente ragazze adolescenti, di fronte a conoscenti e amici fingono di avere una dieta sana ed equilbrata, mangiano di tutto e in porzioni abbondanti. Spesso chi li circonda si chiede come possano mantenersi così magre pur fagocitando quell’ingente quantità di cibo.

La risposta c’è: in privato, i malati di "liaressia" non mangiano quasi nulla. Smunti brodini senza sostanza, micro porzioni di chissà quale diavoleria dietetica e cose del genere popolano la loro triste tavola nelle serate da soli. In pratica, il loro atteggiamento verso le proprie abitudini alimentari è la menzogna.

La tendenza a mentire sul cibo è ancora più diffusa fra le celebrities: per paura di essere giudicate troppo fissate per la dieta, fingono di mangiare ingenti quantità di cibo in pubblico. Gwyneth Paltrow, per esempio, ha 38 anni ma il corpo di una sedicenne e non fa che ripetere quanto adori i cibi fritti e la pizza, Drew Barrymore adora la pasta e Gordon Ramsay, il famosissimo cuoco delle star, afferma che Victoria Beckham "mangia come un cavallo".  

Disordini alimentari: mentire sul cibo, una nuova forma di anores...