Dieta universale: i cibi che allungano la vita

Frutta, verdura, legumi, noci: la dieta universale mira a ridurre le malattie, e ad allungare la vita di tutti.

Può, una dieta, allungare la vita e – al contempo – salvare il pianeta? Sembrerebbe di sì, almeno a leggere i “dettami” della dieta universale.

Non si tratta, in realtà, di un regime dietetico complicato da seguire. Si tratta di adottare le comuni regole del buon senso, di mettere in pratica ciò che già da anni nutrizionisti e medici ci suggeriscono: raddoppiare i consumi di frutta, verdura, legumi e noci, riducendo al contempo (anzi, dimezzando) quelli di carni rosse e zuccheri.

Una “dieta” di questo tipo produce immensi benefici: si privilegiano tutti quei nutrienti ricchi di antiossidanti, che proteggono il nostro cuore, hanno proprietà antitumorali, prevengono la comparsa di diabete e di malattie cardiovascolari, aumentando i livelli di colesterolo buono e agendo da “spazzini” del nostro organisimo. Ma c’è di più: il termine “universale” si riferisce all’azione che tale regime ha (anche) sul pianeta. Riducendo della metà il consumo di carni rosse e zuccheri entro il 2050, il nostro pianeta sarà salvo. L’obiettivo della dieta universale è infatti decisamente ambizioso: arrivare a definire un regime alimentare globale, che sia sotenibile per i 10 miliardi di uomini che nel 2050 abiteranno la Terra e che eviti l’alta mortalità legata ad abitudini alimentari sbagliate. Privilegiando il consumo di frutta e verdura, e seguendo i dettami della dieta Mediterranea (da cui la dieta universale prende grande spunto), si proteggono cuore e organi. Si può vivere di più ma, soprattutto, si può vivere meglio.

Cosa prevede la dieta universale? L’assunzione di 2.000 / 2.500 chilocalorie giornaliere (non è quindi certo un regime restrittivo, dal momento che non mira ad un dimagrimento), così distribuite: poco più di 200 grammi di cereali (rigorosamente integrali), 500 grammi tra frutta e verdura, 250 grammi di latticini. E, per condire, solo olio extravergine di oliva o olio di colza. Ogni giorno si dovranno consumare poi 50 grammi di noci e 75 di legumi e – a scelta – una porzione di pesce, un uovo o una fettina di carne (preferibilmente pollo). Limitatissimi gli zuccheri, di cui sono concessi solo 30 grammi al giorno totali. La promessa? Un cuore più sano, un cervello più attivo. E un pianeta salvo.

Dieta universale: i cibi che allungano la vita