Dieta TLC contro il colesterolo alto

Parte del National Cholesterol Education Program americano, questa dieta è una preziosa alleata contro le malattie cardiovascolari

La dieta TLC (acronimo per Therapeutic Lifestyle Changes) è un regime alimentare molto utile nella lotta contro l’ossidazione del colesterolo LDL e, di conseguenza, vantaggioso per la salute del cuore.

Approvata dall’American Heart Association, questa dieta funziona al meglio se inserita in un programma più ampio che comprende pure esercizio fisico regolare, attenzione alla riduzione dei livelli di stress e addio alle sigarette.

Per quanto riguarda l’aspetto alimentare vero e proprio, ricordiamo che chi vuole seguire questa dieta dovrebbe dedicare ai grassi insaturi il 25/35% dell’apporto calorico quotidiano. Questo significa che è importante dare spazio a olio extra vergine d’oliva, avocado, frutta secca, salmone, semi di lino e semi di girasole.

I grassi saturi – p.e. quelli presenti nei prodotti lattiero caseari – dovrebbero invece rappresentare il 7% dell’introito calorico quotidiano. Da evitare totalmente sono invece i grassi trans, contenuti in alimenti come i biscotti, i formaggi stagionati, il pesce surgelato in panatura e gli snack industriali.

Un’altra indicazione importante della dieta TLC è quella relativa all’assunzione di non più di 200 mg quotidiani di colesterolo alimentare. Alla luce di ciò, è bene ridurre le quantità di carne rossa, tuorlo d’uovo, pollame, latticini e crostacei.

Lo schema di questo regime alimentare – tra i capisaldi del National Cholesterol Education Program, progetto istituzionale USA nato nel 1985 con lo scopo di ridurre i tassi di malattie cardiovascolari causate dal colesterolo in eccesso – prevede inoltre il consumo di 2/4 porzioni quotidiane di frutta fresca.

Per quanto riguarda invece la verdura – da consumare sempre fresca – si parla di un range ottimale compreso tra le 3 e le 5 porzioni quotidiane. I cibi di origine animale (carne bianca, uova, pesce) dovrebbero invece essere assunti tenendo conto di un dosaggio ottimale pari a 150 grammi al giorno.

I benefici della dieta TLC sono stati più volte indagati dalla scienza. Molto interessante a tal proposito è uno studio che, nel 2004, ha monitorato gli effetti del programma generale su un campione di 2.390 individui di diverse etnie e di ambo i sessi.

A un follow up di 12 settimane, gli esperti del Savannah Hospital (USA) hanno notato un miglioramento dei fattori di rischio di natura coronarica, risultato raggiunto senza ricorrere ad alcun tipo di farmaco.

Gli studiosi, pur riconoscendo la necessità di ulteriori ricerche, hanno commentato con parole positive gli esiti sopra citati, che dimostrano concretamente l’efficacia di un intervento intensivo sullo stile di vita. Questi cambiamenti, come abbiamo appena visto, comprendono pure la dieta, il cui schema andrebbe sempre concordato con il medico curante e con gli specialisti di fiducia.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta TLC contro il colesterolo alto