Dieta con succo di cavolo, per fare il pieno di vitamina C

Il succo di cavolo è ricco di principi nutritivi importanti, come la vitamina C e gli antiossidanti

Il succo di cavolo è una bevanda salutare e ricca di sostanze nutritive fondamentali per il nostro organismo, ed è il modo più facile per introdurre una maggior quantità di verdure nella nostra dieta. Scopriamo quali sono i suoi benefici e le controindicazioni.

A fronte di un basso apporto calorico, tale da renderlo un’ottima scelta anche per chi vuole dimagrire, il succo di cavolo apporta molte vitamine importanti per la salute. In particolare, contiene grandi quantità di vitamina C: come evidenziato da uno studio pubblicato sull’Indian Journal of Clinical Biochemistry, questa sostanza agisce soprattutto a livello del sistema immunitario, rafforzando le nostre difese contro virus e batteri.

Sono molti gli antiossidanti presenti in questa bevanda, i quali contrastano la formazione dei radicali liberi e riducono lo stress ossidativo, fattore di rischio di molte malattie croniche. Uno di essi, l’indolo 3-carbinolo, ha rivelato efficacia antitumorale stimolando l’apoptosi delle cellule cancerose, in particolar modo nel tumore al seno. In generale, le verdure crucifere hanno dimostrato efficacia nel ridurre il rischio di sviluppare alcuni tipi di cancro, proprio grazie al suo contenuto di antiossidanti.

Il succo di cavolo possiede una notevole azione antinfiammatoria, dal momento che è particolarmente ricco di composti quali il sulforafano e il kaempferolo: entrambi sono utili nel contrastare l’infiammazione, spesso responsabile dell’insorgenza di varie patologie croniche. Il beta-carotene, di cui le verdure crucifere sono un’ottima fonte, è un importante precursore della vitamina A e favorisce la salute della pelle e della vista. Alcune ricerche hanno evidenziato come bere il succo di cavolo migliori l’assorbimento di questa sostanza, rispetto al semplice consumo della verdura cruda.

Tra gli altri benefici di questa bevanda, spiccano quelli a favore dell’apparato cardiovascolare: uno studio pubblicato sul Japanese Journal of Clinical Pathology ha dimostrato un legame tra il suo consumo e un ridotto livello di colesterolo nel sangue, mentre ulteriori evidenze scientifiche provano come il succo di cavolo diminuisca il rischio di mortalità per malattie cardiache.

Se il cavolo è particolarmente ricco di fibre, non possiamo dire altrettanto del succo da esso estratto: ne contiene comunque delle discrete quantità, che possono aiutare ad aumentare il senso di sazietà e favorire il transito intestinale. Le fibre sono anche utili per ridurre l’assorbimento degli zuccheri nel sangue, contrastando così i pericolosi picchi glicemici e prevenendo l’insorgenza del diabete.

Sono numerosi i benefici del succo di cavolo, ma è bene fare attenzione alle sue controindicazioni. Un consumo eccessivo potrebbe interferire con il corretto funzionamento della tiroide, dal momento che contiene goitrogeni: questa sostanza inibisce infatti il trasporto di iodio verso la ghiandola tiroidea. Inoltre questa bevanda è ricca di vitamina K, che potrebbe interferire con farmaci fluidificanti del sangue – contattate il vostro medico prima di introdurla nella vostra dieta. Infine, alcuni soggetti che soffrono di problemi intestinali potrebbero avvertire sintomi quali gonfiore e meteorismo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta con succo di cavolo, per fare il pieno di vitamina C