Dieta Sirt, del gene magro: perdi 3,5 kg in 7 giorni

La dieta Sirt include alimenti che attivano il metabolismo e controllano l'appetito: i risultati già dopo una settimana

La dieta Sirt, detta anche del gene magro, è un regime alimentare che consente di perdere circa 3,5 kg in una settimana. Ideata da Aidan Goggins e Glen Matten, nutrizionisti che hanno lavorato presso diverse e prestigiose cliniche in Inghilterra e in Irlanda, permette di tornare in forma senza sottoporsi a digiuni difficili da portare avanti e non certo vantaggiosi per la salute.

Tra i principi di questa dieta è possibile ricordare il fatto che lo schema non è focalizzato sull’esclusione di determinati alimenti, ma piuttosto sull’inclusione di cibi che aiutano a dimagrire. Si tratta dei cosiddetti alimenti Sirt, noti per la loro capacità di attivare le sirtuine.

Quando le si nomina, si inquadra una classe di proteine ad attività enzimatica fondamentali per l’efficienza del metabolismo e per tenere sotto controllo l’appetito. Per quanto riguarda gli alimenti Sirt, nell’elenco è possibile includere cibi come il vino, il cacao, il peperoncino, il sedano, il grano saraceno, l’olio extra vergine di oliva, i capperi, il caffè.

Illustrato nel best seller Sirt – La dieta del gene magro, lo schema di questo regime si divide in diverse fasi. La prima è orientata al dimagrimento e si contraddistingue per una durata pari a 7 giorni. Si tratta di uno step molto duro da superare soprattutto per via della restrizione calorica. Durante i primi tre giorni, l’apporto energetico deve infatti mantenersi entro le 1000 calorie al giorno.

Nel corso delle 72 ore iniziali della dieta Sirt, bisogna consumare ogni giorno tre centrifugati e un pasto solido preparato seguendo le ricette del libro (ci sono diverse proposte gustose, come per esempio il petto di pollo al forno con pesto di noci e prezzemolo e insalata di cipolle rosso).

Proseguendo sempre con le indicazioni da seguire nella fase di dimagrimento ricordiamo che, dopo i primi tre giorni, si può aumentare l’apporto energetico quotidiano. Fino alla fine della settimana è infatti possibile consumare fino a 1500 calorie al giorno.

Archiviata la fase di dimagrimento, durante la quale si possono perdere 3/3,5 kg, arriva quella di mantenimento. In questo caso, si parla di una durata di due settimane. Lo schema prevede un apporto energetico di 2000 calorie al giorno.

A differenza di quanto accade nella fase di dimagrimento, chi segue la fase di mantenimento della dieta Sirt può mangiare tutte le verdure che vuole e, 2 o 3 volte alla settimana, concedersi il piacere di un bicchiere di vino a pasto. Prima di iniziare la dieta è ovviamente opportuno consultare il proprio medico curante.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta Sirt, del gene magro: perdi 3,5 kg in 7 giorni