Dieta ricca di vitamina A per trasformare il grasso cattivo in buono

Alcuni studi hanno evidenziato il ruolo della vitamina A in processi che aiutano a dimagrire

Una dieta varia ed equilibrata dovrebbe essere ricca di tutte quelle sostanze nutritive fondamentali per il corretto funzionamento del nostro organismo. Un recente esperimento ha evidenziato, in particolare, il ruolo della vitamina A che, in determinate condizioni, permette la trasformazione del grasso cattivo in buono, aiutandoci così a dimagrire.

Lo studio, condotto da un gruppo di ricerca dell’Università di Vienna e pubblicato su Molecular Metabolism, apre nuove e interessanti prospettive sulla prevenzione e la lotta all’obesità. Gli esperti hanno sottoposto sia cavie da laboratorio che alcuni volontari a temperature fredde, notando un aumento dei livelli di vitamina A e del suo trasportatore di sangue. Questo aumento è stato correlato ad una più rapida conversione del tessuto adiposo bianco, conosciuto come il “grasso cattivo”, in tessuto adiposo bruno, il cosiddetto “grasso buono”.

Il processo di termogenesi, quello mediante il quale il nostro organismo brucia i grassi, sembra dunque essere attivato maggiormente dall’esposizione al freddo e dal conseguente aumento di vitamina A nel corpo. Se questo studio, da una parte, dimostra ancora una volta come le temperature più basse siano legate ad un maggior consumo di energia, fa d’altro canto emergere come la vitamina A possa avere un ruolo nell’aiutarci a perdere peso.

Una dieta a base di alimenti ricchi di questa sostanza può contribuire al dimagrimento, ma quali sono i cibi migliori da portare a tavola? La vitamina A è presente principalmente in prodotti di origine animale: ne è particolarmente ricco il fegato, perché è qui che – anche nell’uomo – si accumula. Si trova inoltre nel latte e nei suoi derivati, così come nelle uova. Essendo particolarmente sensibile alle alte temperature, per beneficiare appieno delle sue proprietà sarebbe meglio consumare gli alimenti crudi o solo previa breve cottura.

Molti alimenti vegetali, invece, contengono importanti quantità di precursori della vitamina A, ovvero molecole che vengono trasformate in questa importante sostanza solo all’interno del fegato, ad opera di alcuni processi enzimatici. Una delle più importanti provitamine A è il beta-carotene, di cui sono un’ottima fonte la frutta e la verdura dal caratteristico colore rosso, giallo e arancione. Via libera quindi a carote, zucca, albicocche, pomodori e frutti di bosco.

La vitamina A svolge molte funzioni importanti: è fondamentale per la salute degli occhi, perché contribuisce alla formazione di una sostanza presente sulla retina, collabora allo sviluppo delle ossa e rafforza la risposta immunitaria del nostro organismo. I carotenoidi, inoltre, sono dei potenti antiossidanti che proteggono dai radicali liberi e dai loro effetti negativi, in particolare lo stress ossidativo – considerato responsabile dell’insorgenza di varie patologie.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta ricca di vitamina A per trasformare il grasso cattivo in buono