Dieta ricca di proteine animali aumenta il rischio di morte

Uno studio scientifico mette sotto accusa la carne rossa che, secondo gli esperti, aumenta il rischio di morte

Una dieta ricca di proteine animali aumenta il rischio di morte e danneggia la salute.

Lo rivela un nuovo studio scientifico che punta il dito contro il consumo eccessivo di carne. La ricerca è stata realizzata da un team di studiosi dell’Università della Finlandia Orientale e pubblicata sulla rivista American Journal of Clinical Nutrition.

Gli esperti hanno analizzato la salute e lo stile alimentare di migliaia di persone, studiando gli effetti di una dieta particolarmente ricca di proteine animali. Il risultato? Gli uomini che consumavano quotidianamente carne rossa, carni lavorate e salumi (per un totale di 200 grammi al giorno), hanno riportato un maggiore rischio di morte.

Fra i volontari, nell’arco di venti anni, è stato registrato un aumento del rischio di morte del 23% rispetto a coloro che seguivano un’alimentazione più equilibrata e sana, con un consumo giornaliero di frutta e verdura e un massimo di 100 grammi di carne al giorno.

A provocare i danni maggiori, secondo gli esperti, è la carne rossa, inserita nell’alimentazione sotto forma di insaccati, carni lavorate e salumi. Questi alimenti provocano moltissimi problemi all’organismo, esponendolo a malattie gravi come il diabete di tipo 2, patologie cardiache e cancro al colon.

Nonostante ciò è importante – sottolineano gli studiosi – non demonizzare le proteine, che rimangono fondamentali per il nostro benessere. Per assumerle non serve portare a tavola la carne rossa, ma si possono consumare i legumi e il pesce azzurro, due alimenti sani e buoni da integrare nell’alimentazione quotidiana.

No è la prima volta che la carne rossa viene messa sotto accusa, qualche tempo fa uno studio dell’Università dalla California del Sud, pubblicato sulla rivista scientifica Cell, aveva evidenziato che le proteine sono dannose per il corpo umano come 20 sigarette.

“Elevati livelli di proteine possono essere così dannosi per le persone al pari del fumo – aveva spiegato il prof. Longo – La gente dovrebbe capire la differenza ed essere in grado di prendere decisioni corrette riguardo a ciò che mangia. Alcune proteine sono meglio di altre per voi, per esempio proteine di origine vegetale come i legumi. I vegani sembrano ottenere risultati migliori negli studi rispetto a quelli che mangiano proteine animali”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta ricca di proteine animali aumenta il rischio di morte