Dieta detox con il pompelmo: ti sgonfi e controlli il colesterolo

Frutto dell'incrocio tra arancio e pomelo, questo frutto è un alleato speciale della salute e del peso forma

Introdurre il pompelmo nella dieta può rivelarsi una scelta vantaggiosa per diversi motivi. Questo frutto, che secondo alcune teorie scientifiche è il risultato dell’incrocio naturale tra l’arancio e il pomelo, aiuta infatti a sgonfiarsi e a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo.

Per quanto riguarda il primo beneficio è fondamentale la presenza di fibre. Quelle insolubili in particolare – in un etto di pompelmo ne troviamo poco più di 1 grammo – favoriscono l’attività intestinale e, di riflesso, aiutano a combattere la stipsi e il gonfiore addominale da essa causato.

Le fibre sono cruciali anche ai fini del controllo dei livelli di colesterolo cattivo. In questo caso al centro dell’attenzione ci sono quelle solubili, che aiutano anche a rallentare l’assorbimento degli zuccheri nel sangue e a prevenire i picchi glicemici, spesso causa di problemi di peso.

I motivi per cui vale la pena introdurre il pompelmo nella dieta comprendono pure la presenza di vitamina C, antiossidante naturale tra i più potenti. Inoltre, come evidenziato dagli esperti di Humanitas, il pompelmo è caratterizzato dalla presenza di diversi minerali importanti per la salute. Tra questi è possibile ricordare il potassio, fondamentale per l’efficienza della contrazione muscolare e di conseguenza per il buon funzionamento del cuore, ma anche il calcio, il fosforo, il sodio, il ferro e il rame.

Alleato portentoso del drenaggio dei liquidi in eccesso grazie alla limonina, il pompelmo è un frutto ipocalorico – 100 grammi, buccia esclusa, apportano circa 26 calorie – la cui assunzione dovrebbe esere gestita con cautela in caso di assunzione di statine. Questo agrume può infatti inibire la loro metabolizzazione, causando effetti collaterali problematici. Alla luce di ciò, prima di iniziare ad assumerlo è opportuno consultare il proprio medico curante.

Tornando un attimo ai benefici è bene rammentare che il pompelmo – nello specifico le varietà con la buccia rosa – è pure un’ottima fonte di licopene, sostanza antiossidante particolarmente utile nella prevenzione del tumore alla prostata. Il suo ruolo è decisivo anche per il benessere cardiovascolare, in quanto riduce il rischio di aggregazione di placche aterosclerotiche.

Le alternative per introdurre il pompelmo nella dieta non mancano! Tra questi è possibile ricordare il classico succo, ma anche i centrifugati. Da non trascurare è infine la possibilità di utilizzarlo come ingrediente di insalate miste e di torte gustose e salutari.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta detox con il pompelmo: ti sgonfi e controlli il colesterolo