Dieta per il colon felice: ti depuri e ti sgonfi

I nutrienti da includere comprendono soprattutto fibre, calcio e vitamina D

Mantenere efficiente il colon è fondamentale se si ha intenzione di depurare l’organismo e di sgonfiarsi. Molto utile al proposito è l’alimentazione. Quali sono i cibi migliori da includere in una dieta per il colon felice?

Tra questi spiccano senza dubbio i broccoli che, in virtù del loro contenuto di fibre, rappresentano un’ottima alternativa per tenere sotto controllo il peso (i nutrienti appena ricordati aiutano infatti a massimizzare i livelli di sazietà).

Proseguendo con l’elenco dei cibi che aiutano a mantenere sano il colon, citiamo anche verdure come le bietole, gli spinaci e i cavoli. Per quanto riguarda la frutta, tra le alternative che è possibile chiamare in causa ricordiamo i lamponi. Un altro alimento che dovrebbe essere incluso in una dieta per il colon felice è la farina d’avena.

In tutti i casi, si tratta di cibi caratterizzati dalla presenza di fibre, calcio e vitamina D, nutrienti fondamentali per mantenere efficiente l’apparato digerente. Essenziale è sottolineare il fatto che, se non si è abituati ad assumere fibre, è opportuno cambiare alimentazione in maniera graduale, onde evitare di esporsi al rischio di disturbi gastrointestinali.

Le indicazioni appena ricordate ci permettono di aprire l’importantissima parentesi dei benefici delle fibre. Il loro ruolo nel mantenimento della salute del colon è stato più volte approfondito dalla scienza. Interessante a tal proposito è uno studio pubblicato nel 2016 sulle pagine della rivista Cell.

Condotto da un team scientifico attivo presso l’Università del Michigan, questo lavoro scientifico, monitorando la situazione di un campione di topi da laboratorio, ha scoperto che, a seguito di una dieta caratterizzata dalla deprivazione di fibre, il colon dei suddetti esemplari risultava più esposto all’azione dei microbi.

Tornando un attimo allo schema alimentare che si dovrebbe seguire per ottimizzare la salute del colon, ricordiamo il ruolo dell’idratazione costante. Cruciale è anche evitare di consumare troppa carne rossa. Lo stesso vale per i cibi trasformati a livello industriale.

In alcuni casi, per migliorare l’efficienza del colon (o intestino crasso) può rivelarsi utile assumere probiotici per diversificare il microbiota. Ovviamente prima di iniziare a prenderli è opportuno contattare il proprio medico curante ed effettuare tutti gli esami prescritti.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta per il colon felice: ti depuri e ti sgonfi