Dieta del miele di Mike McInnes: diminuisci gli zuccheri e perdi peso

Caratterizzato da proprietà note da tempo immemore, il miele è un ottimo alleato della forma fisica

La dieta del miele di Mike McInnes, ex farmacista di Edimburgo ed esperto in nutrizione sportiva, è un regima alimentare che permette di perdere circa 1 kg a settimana. Come è chiaro dal nome stesso, tutto si basa sui benefici del miele.

McInnes consiglia di preferirlo allo zucchero bianco durante la giornata, ma anche di consumare un cucchiaio di miele prima di coricarsi. In questo modo, a suo dire, è possibile migliorare l’efficienza del fegato e ottimizzare la qualità del sonno, decisiva quando si punta a perdere peso in maniera efficace e soprattutto duratura.

Come già ricordato, questa dieta si basa su un alimento i cui benefici sono noti da tempo immemore. Il miele – a sottolinearlo ci ha pensato pure questa ricerca svolta da un team del Dipartimento di Fisiologia e Biofisica del KPC Medical College and Hospital di Jadavpur in India – si contraddistingue per proprietà antibatteriche, ma anche per importanti benefici immunomodulanti.

Ricco di fruttosio, a differenza dello zucchero bianco, che apporta solo calorie vuote, è caratterizzato dalla presenza di vitamine. Nello specifico si parla di piccole quantità di vitamina C, E e D. Inoltre, dal momento che si tratta di un dolcificante naturale, la sua assunzione non implica un eccessivo apporto calorico e non è sinonimo di affaticamento dell’apparato cardiovascolare.

Secondo gli studi di McInnes, l’assunzione di miele aiuta a tenere sotto controllo la voglia di zuccheri durante la giornata. Grazie a questo straordinario alimento, è inoltre possibile fare in modo che il cervello si senta meno stressato.

Per ottenere risultati con la dieta del miele è importante consumarlo con buonsenso. Questo significa iniziare la giornata assumendone due cucchiai al mattino a stomaco vuoto, proseguire sostituendolo allo zucchero bianco nel corso delle 24 ore e, come già accennato, assumerlo anche prima di coricarsi. L’ultimo punto ricordato è di particolare rilevanza.

L’assunzione di miele prima del riposo notturno è un vero boost per la funzionalità del fegato e, di conseguenza, un grande aiuto al processo di digestione dei pasti consumati durante la giornata. Concludiamo facendo presente che prima di cominciare la dieta è opportuno consultare il proprio medico curante.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta del miele di Mike McInnes: diminuisci gli zuccheri e perdi ...