Dieta mediterranea del Dott. Calabrese: perdi peso in un mese

Basata sul regime alimentare patrimonio UNESCO, è estremamente equilibrata dal punto di vista nutrizionale

La dieta mediterranea del Dottor Calabrese è un regime alimentare che permette di perdere peso in un mese circa.

Ideata dal Dottor Giorgio Calabrese, medico specializzato in nutrizione umana, volto televisivo e titolare di una cattedra accademica presso l’Università di Torino, è diventata famosa soprattutto grazie al passaparola.

Ha contribuito senza dubbio anche il sito ufficiale del dottore, punto di riferimento per chi vuole documentarsi in merito ai suoi studi, alle pubblicazioni (Calabrese ha scritto numerosi libri, alcuni a quattro mani con la moglie Caterina) e alle apparizioni televisive.

Come funziona di preciso la sua dieta, che prende spunto dal regime alimentare patrimonio UNESCO? Prima di entrare nel vivo dello schema alimentare, è molto importante ricordare che la dieta mediterranea del Dottor Calabrese si pone come obiettivo la stimolazione della funzionalità tiroidea e pancreatica, fondamentali per bruciare calorie e dimagrire.

Da seguire per quattro settimane, questa dieta permette di perdere peso senza intaccare la massa magra.

Per quanto riguarda lo schema alimentare vero e proprio, va precisato che l’apporto energetico quotidiano non deve superare le 1300 calorie. Estremamente bilanciata, secondo il suo ideatore questa dieta dovrebbe essere caratterizzata dall’assunzione di carboidrati integrali, ricchi di fibre indi benefici per quanto riguarda il controllo del peso e la prevenzione del diabete.

Un’altra regola riguarda il fatto di prediligere le proteine vegetali rispetto a quelle animali. Inoltre, la dieta mediterranea del Dottor Calabrese si contraddistingue per una diminuzione notevole dell’apporto di insaccati e formaggi grassi. Da ricordare è poi l’importanza di scegliere la carne bianca piuttosto che quella rossa.

Per quel che concerne l’ipotetico menu, si può iniziare la giornata con un caffè o un tè, aggiungendo un bicchiere di latte scremato e 20 grammi di pane integrale tostato sul quale spalmare un velo di marmellata senza zuccheri aggiunti. Fondamentale è poi l’apporto di vitamine, che può essere soddisfatto con una gustosa spremuta.

Come spuntino va benissimo uno yogurt magro, mentre per pranzo si può portare in tavola del petto di pollo, 200/300 grammi di pomodori conditi con olio extra vergine di oliva e una mela (il pranzo deve essere caratterizzato dalla prevalenza di proteine).

Per quanto riguarda la cena, un menu ideale può essere caratterizzato dal mix riso integrale, verdure alla griglia e pane integrale. Una volta a settimana è possibile consumare anche uova e formaggi magri.

Basilari sono anche accorgimenti legati all‘apporto idrico (si consiglia di bere almeno due litri d’acqua al giorno possibilmente prima dei pasti) e all’utilizzo di succo di limone e aceto come condimenti alternativi all‘olio extra vergine di oliva, che fa molto bene ma va usato con moderazione.

Come già detto, si tratta di una dieta molto bilanciata dal punto di vista nutrizionale. Questo è un vantaggio anche per la prevenzione del diabete in quanto, grazie all’equilibrio tra proteine e carboidrati, è possibile prevenire i picchi glicemici.

Da iniziare dopo aver consultato il proprio medico curante, la dieta mediterranea del Dottor Calabrese prevede anche la messa al bando delle bevande alcoliche.

Dieta mediterranea del Dott. Calabrese: perdi peso in un mese