Dieta dell’inverno per perdere peso. E i cibi anti-cellulite e sgonfia-pancia

Nell'intervista esclusiva il Dottor Davide Spoldi, biologo nutrizionista, ci dà alcuni preziosi consigli per mantenere la linea e combattere gonfiori e cellulite

È difficile mantenere il peso forma in inverno, complici il freddo, le numerose feste e magari una diminuzione dell’attività fisica. Eppure basterebbero alcuni piccoli, ma strategici accorgimenti a tavola per non prendere chili di troppo e poi correre ai ripari in primavera con l’avvicinarsi della temutissima prova costume.

Abbiamo così chiesto al Dottor Davide Spoldi, biologo nutrizionista, di darci alcuni consigli sulla corretta alimentazione nei mesi invernali, dai cibi fondamentali per combattere la cellulite a quelli per sgonfiare la piatta. Con qualche attenzione sulla scelta di farine e proteine più sane.

Dieta d’inverno: quali sono gli alimenti che non devono mancare?
Proteine di qualità, pesce pescato, carne da allevamenti ad erba, uova da galline allevate a terra. Cereali da grani antichi e da cereali geneticamente senza glutine, come Grano Saraceno, riso e riso integrale, Quinoa, Amaranto, Miglio, Sorgo, Teff. Frutta e verdura di stagione, meglio se Biologica.

In un’alimentazione equilibrata i carboidrati sono ammessi? Se sì in quale quantità?
Certo che sono ammessi, la quantità dipende da vari fattori: dal fabbisogno energetico dell’individuo, dalla digeribilità e dalle intolleranze individuali.

Meglio le farine bianche o integrali?
Meglio evitare le farine 0 e 00, anche quelle integrali non sempre sono sane, meglio optare per le farine di quei cereali che nascono senza glutine, come Grano Saraceno, riso e riso integrale, Quinoa, Amaranto, Miglio, Sorgo, Teff.

Come si distinguono le proteine buone da quelle cattive?
Sapendo la zona di provenienza, che tipo di nutrienti hanno usato per allevare gli animali, erba o cereali con glutine o altri additivi per gonfiare l’animale…. la data di scadenza, il contenuto in grassi saturi e di conservanti, basta leggere le etichette e capire cosa c’è nell’alimento che vado a comprare.

Per quanto riguarda le verdure, è consigliabile mangiarle crude o cotte?
In entrambi i modi, purché siano cotte al vapore e non bollite o lessate. Meglio le crude a inizio pasto e le cotte con il piatto principale.

Estratti e centrifugati, quali vantaggi hanno sul benessere fisico e sulla linea?
Io preferisco gli estratti, la velocità di rotazione del motore inferiore al motore della centrifuga, permette di non alterare le proprietà nutritive degli alimenti, mi riferisco a vitamine e Sali minerali. Sono un ottimo rimedio per l’assunzione di una buona quantità di verdure quotidiane.

Può indicare alle lettrici di DiLei dei cibi anti-cellulite e dei cibi brucia-grassi?
Non ci sono cibi miracolosi, bensì cibi da evitare, come i fritti, gli zuccheri da dolci e dolcificanti o bevande zuccherate.

Per la cellulite, consiglio un estratto di Daikon:
• 1 radice di daikon
• 2 fette di ananas
• Qualche foglia di menta
Si consiglia di bere un estratto ogni due giorni per circa un mese, e successivamente diminuire a uno a settimana. Nulla vieta però di arricchire quotidianamente le vostre insalate con del daikon fresco, magari dopo averlo marinato per qualche ora in un emulsione di olio e limone.

Per la pancia gonfia:
A. Semi di Chia
I Semi di Chia assorbono tante volte il proprio peso in acqua e sono ricchi di fibre, quindi ti fanno sentire più pieno, più sazio e più soddisfatto a lungo. Sono anche una buona fonte di acidi grassi Omega 3. Un rapporto di Omega 6-Omega 3 di 2:1 o 3:1 ha dimostrato di ridurre l’infiammazione, ma molte diete occidentali hanno questo rapporto sbilanciato a 15:1 o più.
Gli Omega 3 contenuti nei semi di chia possono aiutare a gestire questo squilibrio e a ridurre l’infiammazione. Come si usano: Usali nei frullati, aggiungili all’insalata o prova a fare un budino ai semi di chia come spiegato in questa ricetta.

B. Olio di cocco
L’olio di cocco è il cibo della salute per eccellenza e sta diventando un prodotto sempre più famoso (e per un buon motivo). Non è solo antiinfiammatorio, ma potenzia anche il metabolismo, aiuta a bilanciare gli ormoni ed è antimicrobico. In particolare, l’olio di cocco vergine che non è stato trattato con prodotti chimici o con calore può eliminare gli effetti dell’infiammazione cronica.
Come si usano: Cucina con l’olio di cocco, usalo per la cottura in forno, per saltare e per fare frullati e colazione.

C. Semi di canapa
I semi di canapa sono un’ottima fonte di proteine vegetali e l’apporto di proteine ha dimostrato di essere utile per smorzare l’appetito, aumentare il senso di sazietà e ridurre l’apporto di cibo nel corso della giornata. I semi di canapa hanno anche Omega 6 e Omega 3 in un rapporto perfetto.
Come si usano: Usali nei frullati, nelle insalate o nelle salsine. Evita di cuocerli o di superprocessarli perché si danneggiano facilmente.

Quali sono le tecniche per cucinare in modo sano e dietetico?
L’ideale è cuocere a basse temperature, evitando il contatto alimento-superficie di cottura, così da non permettere di far raggiungere temperature elevate, cioè oltre i 95°, ai cibi. Così facendo, si riusciranno a mantenere intatte le proprietà nutritive dell’alimento stesso (Davide Spoldi è intervenuto anche nella presentazione della linea di quattro piccoli elettrodomestici GoHealthy! realizzata da Hotpoint che possono dare un valido aiuto nella preparazione di piatti sani, gustosi e creativi. Questi elettrodomestici presentano tutti i vantaggi di realizzare piatti all’insegna del benessere e della leggerezza senza rinunciare al gusto della buona tavola).

Quali sono le cattive abitudini alimentari che dobbiamo assolutamente evitare?
Mangiare a orari prestabiliti, cibi elaborati e con scarso valore di proteine di qualità. Bisogna seguire l’istinto, cioè mangiare quando si ha realmente fame, l’importante non assumere cibi “spazzatura” come pizze, focacce, lievitati, cibi con grassi idrogenati come dolci e merendine.
Ma mi sento di consigliare che il miglior alimento che non deve mai mancare è l’attività fisica. Ad oggi, fa più danni la sedentarietà che la cattiva nutrizione.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta dell’inverno per perdere peso. E i cibi anti-cellulite e&n...