Dieta: il giorno per i “peccati” che salva la linea

La dieta e il giorno dei "peccati"? Gli scienziati rivelano un metodo efficace che consente di salvaguardare il proprio peso forma, ecco come

La dieta e il giorno dei “peccati”: può apparire quasi un controsenso, ma non lo è affatto. Uno studio condotto da alcuni scienziati sul Journal of Consumer Psychology rivela un’interessante e piacevole teoria per tutti coloro che seguono una dieta, magari piuttosto drastica. Concedersi un giorno senza alcun limite permette di continuare la dieta con maggiore costanza e determinazione, nonché portarla a termine. Peccare di gola dunque, consente di salvaguardare il proprio peso forma.

Ma come è possibile? Soddisfare i propri desideri e fare dei piccoli sgarri quotidiani che stuzzicano il proprio palato, aiuta a portare avanti con decisione il corretto regime ipocalorico. Cedere ai languori di tanto in tanto può essere più che positivo al fine di riprendere la dieta con la giusta serietà e ridurre lo stress. Le limitazioni dunque, non appaiono più come un terribile tormento e ci si relaziona all’alimentazione in maniera più rilassata e serena.

Tale teoria è stata confermata da un esperimento in cui si è voluto verificare se le persone mantenevano la propria determinazione anche in presenza di giorni liberi da limiti. In questi infatti avrebbero potuto consumare tutto ciò che desideravano. In particolare, ai partecipanti è stata data la possibilità di scegliere un regime da 1500 Kcal al giorno oppure uno più riduttivo da 1300 con la possibilità di un solo giorno da 2700 Kcal. E’ stato chiesto a 36 persone di proseguire la dieta per due settimane in modo concreto. E’ emerso che i soggetti che hanno scelto il regime più riduttivo con il giorno “libero” a disposizione hanno proseguito la dieta in maniera più severa e responsabile rispetto coloro che hanno optato per un regime maggiormente equilibrato.

Il riscontro di tale esperimento è stato che entrambi i gruppi hanno avuto una perdita di peso più o meno simile. Proprio per questo, tale teoria si rivela più che plausibile. I ricercatori dunque affermano che imporsi dei limiti e dei divieti può indurre al fallimento. Si rischia di cadere in tentazione con maggiore facilità e di vivere la dieta con insuccesso che può sfociare anche in una bassa autostima. In conclusione, se avete intenzione di seguire un’alimentazione con un regime ipocalorico ben preciso, stabilite all’interno della dieta il giorno dei peccati al fine di concedervi una pizza, un buon dessert o un gustoso piatto di pasta quando più lo desiderate.

Dieta: il giorno per i “peccati” che salva la linea