Dieta coi fagioli: riducono la fame e tengono a bada il colesterolo

Ottime fonti di proteine vegetali, questi legumi possono diventare protagonisti di una dieta gustosa e salutare

Introdurre i fagioli nella propria dieta è un’ottima idea se si ha intenzione di tenere sotto controllo la fame e di normalizzare i valori del colesterolo. Prima di entrare nel vivo dei consigli dedicati a chi vuole seguire una dieta coi fagioli, vediamo qualche informazione in più su questi legumi.

Frutti della pianta Phaseolus Vulgaris, sono presenti in natura in numerose varietà. Quando li si nomina, è necessario ricordare il fatto che sono ricchi di diversi principi nutritivi importanti per la nostra salute. Contraddistinti dalla presenza di carboidrati, i fagioli garantiscono un buon apporto di proteine.

Soffermarsi sulle proteine è importante: grazie alla loro presenza, i fagioli sono stati per lungo tempo chiamati in causa con l’appellativo di “carne dei poveri”. In congiunture economiche poco favorevoli, hanno infatti rappresentato per un ampio numero di persone l’unica fonte alimentare di proteine dato che la carne risultava troppo costosa.

Tornando un attimo alla questione dei carboidrati, ricordiamo che si parla più precisamente di amido. In virtù dell’assorbimento più lento nel sangue, i fagioli possono essere assunti anche da chi soffre di diabete o, per altri motivi, ha la necessità di tenere sotto controllo i valori della glicemia.

Quando si pensa alla dieta coi fagioli, è necessario specificare che questi legumi – ricchi di vitamina A e vitamina B – rappresentano un’eccellente fonte di fibre. Ciò significa che la loro assunzione aiuta a ottimizzare i livelli di sazietà, con conseguenze positive sull’attenuazione del senso di fame fuori pasto e sul controllo del peso.

Come ricordato dagli esperti di Humanitas, i fagioli sono caratterizzati dalla presenza di lecitina. Questo composto chimico svolge un’efficace azione di pulizia dei vasi ematici e costituisce un punto di riferimento molto importante quando si parla di prevenzione dell’aterosclerosi. Rappresenta inoltre un valido alleato contro l’eccesso di colesterolo.

Seguire una dieta coi fagioli significa anche conoscere la procedura giusta per prepararli. Prima di cucinarli, deve infatti essere tenuti in ammollo in acqua per 6 – 8 ore. La cottura va effettuata cambiando l’acqua e per un motivo molto preciso: la fase precedente è fondamentale per l’eliminazione dei glucosidi cianogenetici, sostanze responsabili dei problemi intestinali che si presentano spesso a seguito dell’assunzione dei fagioli.

Per quanto riguarda le idee per portarli in tavola la scelta è ampia: si va dai fagioli all’uccelletto, piatto tipico della Toscana, fino alla crema e alla pasta. Prima di iniziare ad assumerli, è opportuno consultare il proprio medico curante.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta coi fagioli: riducono la fame e tengono a bada il colestero...