Dieta detox: elimini le tossine, perdi peso e riduci i grassi

Protocolli alimentari di breve durata e con un ampio spazio dedicato a frutta e verdura, le diete detox possono rivelarsi alleate della linea

Da qualche anno a questa parte, le diete detox hanno acquisito una popolarità notevole. Quando le si nomina, è necessario ricordare che, nella quasi totalità dei casi, sono protocolli alimentari di breve durata. Lo schema tipico prevede un periodo iniziale di digiuno, al quale segue una fase particolarmente rigorosa, contraddistinta solitamente dall’assunzione di ampie quantità di frutta e verdura.

In alcuni casi, si può ricorrere anche all’assunzione di integratori – in questo frangente è sempre opportuno evitare il fai da te e farsi consigliare dal medico di fiducia o da un nutrizionista esperto – e a quella di tisane. Entrando nel vivo delle finalità delle diete detox, è bene specificare che la maggior parte delle sostanze tossiche che il nostro corpo immagazzina vengono eliminate grazie all’efficienza del fegato.

La maggior parte ma non tutte: i processi a cui sovrintende la ghiandola più grande del corpo umano possono non rivelarsi così efficaci quando si ha a che fare con i metalli pesanti, comunque sempre meno presenti nei prodotti alimentari che troviamo sugli scaffali della grande distribuzione e dai piccoli commercianti.

Quando si parla delle diete detox, si inquadra però anche un altro effetto oltre all’eliminazione delle sostanze tossiche. Stiamo parlando del calo di peso, che si concretizza per via della perdita di liquidi e come esito dell’assunzione di una quantità minore di carboidrati.

La scienza ha più volte approfondito il collegamento tra diete detox e calo ponderale. Tra i numerosi studi che si possono citare chiamiamo in causa un lavoro di di ricerca del 2015, che ha visto impegnata un’equipe della Seoul Women’s University (Corea).

Il team appena menzionato ha monitorato gli effetti di una dieta disintossicante a base di limone – caratterizzata per la precisione dall’assunzione di sciroppo d’acero e di palma biologici e di succo di limone – su un gruppo di 84 donne in premenopausa.

A un follow up di 11 giorni (quattro dei quali caratterizzati dall’assunzione di cibi di transizione, ossia alimenti che favoriscono il passaggio a una dieta vegetariana negli individui avvezzi al consumo di proteine animali), è stato possibile riscontrare, nelle donne che avevano seguito il regime disintossicante, variazioni più evidenti per quanto riguarda il peso, il BMI e il grasso corporeo.

Gli esperti raccomandano di guardare a questi risultati considerando il fatto che si parla di esiti a breve termine. La dieta detox, come già accennato, non può essere considerata un regime utile per il mantenimento della forma fisica sul lungo periodo. Attenzione: questo non significa che non comporti dei vantaggi. Un regime alimentare orientato alla disintossicazione incoraggia l’assunzione di alimenti integrali, ricchi di fibre e alleati sia del mantenimento del peso, sia del controllo del colesterolo.

Inoltre, quando si segue una dieta detox, si riduce drasticamente l’assunzione di alimenti trasformati industrialmente (non certo utili al mantenimento del peso forma). Da non dimenticare è poi lo spazio che si può dedicare alle tisane, tra le quali spicca l’antiossidante tè verde.

Come già ricordato, se si intende intraprendere una dieta detox è opportuno farsi seguire da un medico o da un nutrizionista, così da evitare o da ridurre al minimo effetti collaterali come i cali di energia dovuti alla forte restrizione calorica o alla carenza di determinati nutrienti (p.e. vitamine o minerali).

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta detox: elimini le tossine, perdi peso e riduci i grassi