Dieta d’autunno con mele: controlli il peso e la glicemia

Frutto simbolo dei mesi autunnali, la mela è un concentrato di nutrienti preziosi per la salute

L’autunno offre tantissime opportunità a chi punta a prendersi cura della salute, controllando il peso corporeo e i valori della glicemia. In questo novero, è possibile includere le mele, frutti tipici degli ultimi mesi dell’anno.

Sono diversi i motivi per cui una dieta d’autunno con le mele può rivelarsi una buona idea. In questo novero rientra, come evidenziato dagli esperti di Humanitas, il fatto che questi frutti sono ipocalorici.

Alla luce di ciò, possono rappresentare un’opzione ideale per chi è alla ricerca di soluzioni per uno spuntino salutare a metà mattina o a metà pomeriggio. Da non dimenticare quando si parla dei benefici delle mele è la loro ricchezza in fibre – troviamo in particolare la pectina – nutrienti cruciali per l’efficienza dell’intestino e per l’ottimizzazione dei livelli di sazietà.

Discutere dei vantaggi della mela nei mesi autunnali significa, per forza di cose, soffermarsi anche sul suo contenuto di antiossidanti. In questo straordinario frutto troviamo anche vitamina A e vitamina C, nutrienti basilari quando si tratta di proteggere le cellule dai danni dei radicali liberi.

“Una mela al giorno toglie il medico di torno”: non è un caso che questo proverbio sia così popolare. Il motivo è che corrisponde a verità! La mela, infatti, è un concentrato di nutrienti preziosi.

Tra questi è presente anche il potassio, minerale che ricopre un ruolo fondamentale per il mantenimento della regolarità pressoria (con vantaggi concreti riguardanti la salute del cuore). Tornando invece alle fibre, un aspetto cruciale sul quale soffermarsi riguarda la loro influenza sull’inibizione dell’assorbimento degli zuccheri, essenziale per prevenire il diabete.

Inoltre, il mix miracoloso tra acqua, potassio, zuccheri semplici – indi a rapido assorbimento – e acidi organici rende la mela un componente ideale del menù degli sportivi (in autunno, ma anche negli altri mesi dell’anno).

Un consiglio importantissimo per chi vuole introdurre le mele nella dieta d’autunno prevede il fatto di non eliminare la buccia. Come mai? Il motivo è tanto semplice quanto rilevante: in questa parte del frutto si concentra infatti la maggior quantità di pectina.

A tal proposito, facciamo presente che è meglio optare per mele biologiche e, in ogni caso, lavarle sotto acqua corrente prima di consumarle. Concludiamo rammentando l’importanza di scegliere mele fresche – un indicatore basilare per capirlo è la buccia lucida e tesa – e raccomandando di chiedere consiglio al proprio medico di fiducia prima di attuare qualsiasi cambiamento nella dieta.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta d’autunno con mele: controlli il peso e la glicemia