Dieta con pere, per dimagrire e proteggere il cuore

Frutto dolce e ricco di sali minerali, la pera è un vero toccasana per il cuore e l'intestino

Ne esistono decine di varietà, una più succulenta dell’altra: stiamo parlando delle pere, dolcissimi frutti che piacciono a grandi e piccini. Il loro punto di forza? Sono davvero ricche di sostanze nutritive importanti per la nostra salute, oltre ad essere le perfette alleate per chi è a dieta.

Le pere possiedono in effetti un profilo nutrizionale piuttosto interessante: poco caloriche, apportano un’ottima quantità di vitamine, sali minerali e antiossidanti, che possiedono molti benefici per l’organismo. È bene ricordare che la maggior parte di queste sostanze è presente nella buccia del frutto. Dopo un abbondante risciacquo sotto acqua corrente, potete consumarle senza bisogno di sbucciarle, così da fare un vero e proprio pieno di benessere.

Siete a dieta? Nessun problema: le pere sono ricche di acqua e di fibre, che in combinazione tra loro aumentano il senso di sazietà. È così più facile non cedere alla tentazione di fare qualche spuntino fuori pasto. Un trial condotto su 40 soggetti di età compresa tra i 45 e i 65 anni ha evidenziato come introdurre due pere al giorno nella dieta abbia portato a perdere fino a 2,7 cm di circonferenza della vita in un periodo di 12 settimane. I risultati, pubblicati su Food & Function, sono decisamente promettenti.

Le fibre sono inoltre responsabili di una buona digestione e di un miglior transito intestinale. Ruolo di primo piano è quello della pectina, una delle sostanze principali contenute nelle pere, dal momento che combatte la stitichezza e favorisce la salute della flora batterica intestinale – la quale, come ormai ben sappiamo, è una delle difese principali del nostro organismo. È molto importante, infine, la loro funzione contro il diabete: le fibre aiutano a ridurre l’assorbimento degli zuccheri nel sangue, evitando pericolosi picchi glicemici.

Nelle pere sono presenti molti antiossidanti, che contrastano la formazione dei radicali liberi e il conseguente stress ossidativo, riducendo così il rischio di insorgenza di varie patologie croniche. È dimostrata la loro efficacia nel proteggere il cuore, favorendo l’elasticità delle arterie e tenendo sotto controllo la pressione sanguigna, i trigliceridi e il colesterolo. Uno studio durato ben 17 anni ha rivelato che ogni porzione giornaliera di questo frutto diminuisce il rischio di malattie cardiache del 6-7%.

I flavonoidi sono inoltre conosciuti perché aiutano a combattere l’infiammazione cronica, uno dei principali fattori di rischio di numerose patologie. Hanno anche effetti antitumorali: diverse ricerche hanno evidenziato la loro capacità di inibire la crescita cellulare, ma sono necessari ulteriori approfondimenti. Nelle varietà a buccia rossa sono presenti le antocianine, sostanze che contribuiscono alla salute dell’apparato cardiovascolare. Nelle pere a buccia verde e gialla, invece, ci sono importanti quantità di luteina e zeaxantina, entrambi fondamentali per la vista – soprattutto nei confronti delle malattie legate all’età.

Le pere sono una buona fonte di vitamina C, importante per lo sviluppo del sistema immunitario, e di vitamina K, che ha un ruolo di spicco nella coagulazione del sangue. Tra i sali minerali, invece, troviamo principalmente il rame e il potassio: il primo agisce a livello metabolico ed è un ottimo alleato contro il colesterolo, mentre il secondo ha notoriamente efficacia nel tenere sotto controllo la pressione.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta con pere, per dimagrire e proteggere il cuore