Dieta con patate dolci: fai il pieno di vitamine e rafforzi il sistema immunitario

Ricche di betacarotene e altri antiossidanti, sono un gustosissimo toccasana per la salute

Aggiungere le patate dolci alla dieta rappresenta una buona idea per fare il pieno di vitamine e rafforzare il sistema immunitario. Questi ortaggi, altamente nutrienti, sono contraddistinte dalla presenza di antiossidanti preziosi per la salute. Tra questi è possibile citare la vitamina A.

I suoi benefici sono da diversi anni al centro dell’attenzione scientifica. Tra i tanti lavori scientifici effettuati, è particolarmente degno di nota uno studio pubblicato nel 2008, che ha visto impegnate equipe attive presso diverse realtà sanitarie degli USA (p.e. l’Harvard Medical School). Gli esperti in questione hanno approfondito e confermato l’efficacia immunomodulante tessuto-specifica della vitamina A e della vitamina D.

Si potrebbe andare avanti ancora tanto a parlare dei motivi per cui le patate dolci fanno bene alla salute! Come precedentemente evidenziato, le patate dolci sono delle straordinarie fonti di vitamine. Entrando nel vivo del loro profilo nutrizionale, troviamo soprattutto vitamina C o acido ascorbico, uno dei più potenti antiossidanti presenti in natura.

Per rendersi conto dei livelli, basta specificare che 200 grammi di patate dolci apportano il 65% della RDA di questa vitamina, importantissima per l’efficienza del sistema immunitario e per combattere l’azione dei radicali liberi, con ovvi vantaggi riguardanti la prevenzione dei tumori.

Non c’è che dire: le patate dolci sono davvero un concentrato di benefici cruciali per la salute. Per essere precisi in merito al contenuto di antiossidanti, facciamo presente che a esserne più ricche sono soprattutto le varietà arancione e viola.

Un doveroso cenno deve essere dedicato al contenuto di fibre. Le patate dolci contengono sia quelle solubili, importantissime per la buona funzionalità intestinale, sia quelle insolubili. Tra le altre proprietà delle patate dolci è il caso di citare anche le ripercussioni positive sulla salute cerebrale.

Per questo beneficio bisogna dire grazie agli antociani presenti soprattutto nelle patate dolci viola. Sono diversi gli studi che hanno comprovato la loro capacità di ridurre l’infiammazione e di ottimizzare l’efficienza mnemonica (parliamo di risultati ottenuti su animali).

Versatili in cucina – possono essere fritte, ma anche utilizzate per farcire dei gustosi toast – le patate dolci, eccellenti fonti di betacarotene, dovrebbero essere aggiunte alla dieta solo dopo aver chiesto consiglio al proprio medico di fiducia.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta con patate dolci: fai il pieno di vitamine e rafforzi il sistema...