Dieta con mandorle per proteggere il cuore dai rischi

Lo stress mentale può mettere in pericolo la salute del cuore. Uno snack alle mandorle introdotto nella dieta può proteggerlo dai rischi: lo studio

Consumare uno snack a base di mandorle al giorno può aiutare a proteggersi dai rischi cardiovascolari. A metterlo in evidenza è uno studio clinico effettuato dal King’s College di Londra.

Lo stress mentale è tra i fattori psicosociali che si ritiene contribuiscano al rischio di malattie cardiovascolari (CVD). La variabilità della frequenza cardiaca (HRV), una misura della fluttuazione negli intervalli di tempo tra battiti cardiaci consecutivi, è un indicatore importante della risposta del sistema cardiovascolare allo stress e si ritiene che fattori legati allo stile di vita, tra cui l’attività fisica e la dieta, possano influire sull’HRV.

Un HRV più elevato rappresenta una maggiore adattabilità del cuore in risposta a sfide ambientali e psicologiche, mentre un basso HRV è collegato a malattie cardiovascolari e morte cardiaca improvvisa. Nell’ambito di un recente studio clinico, i ricercatori del King’s College di Londra hanno misurato l’HRV nei partecipanti sottoposti a una sfida di stress mentale e hanno visto dati migliori dell’HRV nei partecipanti che avevano sostituito i tipici snack con mandorle per un periodo di sei settimane. Lo studio è stato finanziato dall’Almond Board of California.

I risultati dello studio

Questo nuovo risultato di ricerca fa parte dello studio ATTIS, un controllo randomizzato di 6 settimane, studio a braccio parallelo, in cui i partecipanti con rischio cardiovascolare superiore alla media hanno consumato uno spuntino giornaliero di mandorle o uno snack di controllo di pari calorie, equivalenti al 20% del fabbisogno energetico giornaliero stimato di ogni partecipante.

I ricercatori hanno misurato la frequenza cardiaca (HR) in tempo reale dei partecipanti e la variabilità della frequenza cardiaca (HRV) a riposo (sdraiati per periodi di 5 minuti) e durante un test Stroop (in cui ai partecipanti è stato chiesto di leggere parole colorate, ad es. dire “rosso” in un carattere verde) per simulare un breve periodo di stress mentale.

Nelle fasi di stress mentale acuto, i partecipanti al gruppo delle mandorle hanno mostrato una migliore regolazione della frequenza cardiaca rispetto al gruppo di controllo, indicata da differenze statisticamente significative nella potenza ad alta frequenza, che valuta in modo specifico gli intervalli da battito a battito (una misura di HRV).

Mandorle nella dieta

La ricerca suggerisce che mangiare mandorle al posto di un tipico snack può diminuire il calo di HRV che si verifica durante lo stress mentale, migliorando così la funzione cardiaca. Questa strategia dietetica ha il potenziale per aumentare la resistenza cardiovascolare allo stress mentale, insieme ad altri benefici per la salute del cuore derivanti dal consumo di mandorle come la riduzione del colesterolo LDL e il miglioramento della funzione dei vasi sanguigni.

“Questo studio mostra che la semplice strategia dietetica di consumare mandorle al posto di un classico snack può rafforzare la capacità di resistenza agli effetti cardiovascolari avversi dello stress mentale, migliorando la regolazione della frequenza cardiaca”, ha dichiarato la dottoressa Wendy Hall, ricercatrice, a capo  dello studio (insieme alla Dr. Sarah Berry) e docente di Scienze della Nutrizione presso il King’s College di Londra.

“Questi risultati sono particolarmente interessanti in questo momento, dati gli elevati livelli di stress che molti di noi stanno vivendo, insieme al crescere del numero degli spuntini dovuti al lavoro da casa”, ha dichiarato la dottoressa Sarah Berry, ricercatrice al King’s College di Londra.

Un articolo recentemente pubblicato da ATTIS ha anche esaminato il ruolo del consumo di mandorle sui livelli di colesterolo LDL e sulla vasodilatazione endotelio-dipendente (misurata mediante dilatazione con flusso mediato o FMD), che è un fattore predittivo del rischio di malattie cardiovascolari.

Anni di ricerche sulla salute del cuore – tra cui una revisione sistematica e una meta-analisi – sottolineano i vantaggi nell’introdurre le mandorle in diete che favoriscono la salute del cuore. Sebbene siano necessari ulteriori studi per confermare questi risultati, i miglioramenti di HRV e FMD suggeriscono che le mandorle hanno effetti positivi sul buon funzionamento del cuore. Le mandorle forniscono fibra (12,5 / 4 g per porzione da 100 g / 30 g) e 15 nutrienti essenziali tra cui (per porzione da 100 g / 30 g): magnesio (270/81 mg), potassio (733/220 mg) e vitamina E (25,6 / 7,7 mg).

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta con mandorle per proteggere il cuore dai rischi