Dieta con cardi, proteggi il fegato e ti depuri

I cardi sono ricchi di acqua e fibre, dall'alto potere detox: scopriamo tutte le loro proprietà

Con il loro sapore amarognolo e leggermente dolciastro, simile a quello dei carciofi, i cardi sono un contorno gustoso e molto versatile. Inoltre sono dei veri e propri alleati per la nostra salute: ricchi di sostanze nutritive importanti, aiutano a depurare l’organismo e a perdere peso facilmente.

I cardi sono un’ottima alternativa per chi è a dieta: una porzione da 100 grammi apporta appena 10 calorie, quindi aiuta a placare il senso di fame e rende più semplice ridurre le quantità di cibo assunto durante il pasto. Ci troviamo inoltre di fronte ad un alimento particolarmente ricco di fibre, sostanze che agiscono a livello gastrointestinale. Il loro ruolo consiste principalmente nell’attraversare indenni lo stomaco e fornire nutrimento alla flora batterica, migliorando nel contempo l’attività intestinale.

Grazie alla presenza di fibre e all’elevato contenuto di acqua, i cardi hanno efficacia detox: aumentano l’idratazione dell’organismo, riducono la ritenzione idrica e favoriscono l’eliminazione delle tossine. I loro effetti sono particolarmente evidenti a livello epatico, dal momento che hanno azione anticirrotica. Una particolare varietà conosciuta come cardo mariano contiene silmarina, un composto formato da tre principi attivi molto utili per proteggere il fegato. Uno studio pubblicato su Molecules ha evidenziato il suo ruolo nel ridurre i danni provocati da patologie quali la cirrosi epatica e l’epatite C.

L’efficacia epatoprotettiva dei cardi è dovuta anche alla presenza di cinarina, una sostanza che stimola la produzione di bile e lo svuotamento della colecisti. Diversi trial sui ratti hanno invece dimostrato un’azione terapeutica nei confronti dei reni e, in particolare, un’efficacia notevole nel tenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue.

Tra le sostanze di cui sono ricchi i cardi, spiccano gli antiossidanti. Vi sono importanti quantità di polifenoli, che svolgono numerose azioni benefiche per l’organismo: combattono l’infiammazione, contrastano la formazione dei radicali liberi e proteggono il cuore, oltre ad avere effetti antitrombotici e antimicrobici. Alcuni composti fenolici come l’acido caffeico si sono inoltre rivelato efficaci nell’inibire la proliferazione di cellule cancerose, soprattutto in caso di tumore al seno.

La maggior parte dei cardi viene sottoposta ad una pratica chiamata “imbianchimento“, che ne ingentilisce il sapore. Tuttavia, ne provoca anche la perdita di importanti sostanze nutritive, quali vitamine e sali minerali: questi risultano ancora presenti, ma in quantità minori.

Infine, ricordiamo che il consumo di cardi è controindicato in caso di ipertensione. Contengono infatti tiramina, che stimola la secrezione di catecolamine e l’aumento della pressione. Per qualsiasi dubbio, non esitate a chiedere chiarimenti al vostro medico curante.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta con cardi, proteggi il fegato e ti depuri