Dieta con le barbabietole: ti depuri e fai il pieno di fibre

Ricca di fibre e di acqua, la barbabietola è un elisir di salute fantastico e può essere gustata sia cruda, sia cotta

Aggiungere le barbabietole al proprio schema alimentare rappresenta una buona idea per depurare l’organismo e per ottimizzare l’apporto di fibre. Ricordiamo che stiamo parlando della barbabietola rossa, nota anche con il nome scientifico di Beta Vulgaris, da distinguere da quella bianca, che viene utilizzata per la produzione dello zucchero.

Con 19 calorie ogni 100 grammi di prodotto, la barbabietola rossa si contraddistingue per il notevole contenuto d’acqua. Non a caso, ribadiamo, costituisce un’ottima alternativa naturale per depurare l’organismo.

Particolarmente benefica in caso di anemia o nelle situazioni in cui è necessario migliorare l’efficienza dei globuli rossi nel sangue, la barbabietola è anche un’eccellente fonte di fibre, principi nutritivi importanti per ottimizzare la funzionalità intestinale e,di conseguenza, per combattere il gonfiore addominale e la stipsi che lo provoca. Non dimentichiamo poi che le fibre assumono un ruolo decisivo quando si tratta di stabilizzare i livelli di colesterolo cattivo LDL.

Contraddistinta da proprietà rimineralizzanti e rinfrescanti, la barbabietola rossa è un’alleata speciale della salute anche per via del suo contenuto di vitamina C. Degna di nota è pure la presenta di vitamine del gruppo B (B1, B2 e B3 nello specifico).

Conosciuta anche con il nome di rapa rossa, ha delle controindicazioni che è bene conoscere. Come ricordato dagli esperti di Humanitas, la barbabietola rossa è caratterizzata dalla presenza di sali minerali – in particolare fosforo – e ossalati.

Alla luce di questo aspetto, la sua assunzione non è raccomandata a chi ha una predisposizione a soffrire di calcoli renali (in ogni caso, prima di introdurle nella dieta è consigliabile consultare il proprio medico curante).

A questo punto, è naturale chiedersi quali siano le idee migliori per gustare la barbabietola rossa. Rammentiamo innanzitutto che può essere consumata sia cruda, sia cotta (si può lessare, così come cuocere al forno o in padella).

Le ricette specifiche sono tantissime! Nel caso della barbabietola cruda, ci si può sbizzarrire con insalate miste colorate e salutari, caratterizzate anche dalla presenza di carote e cavolfiori (giusto per fare due esempi). Per quel che concerne le alternative per gustare la barbabietola cotta, è possibile citare i risotti, ma anche le torte salate, le crocchette di barbabietola e il pesto (sì, si può preprare anche con questa pianta).

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta con le barbabietole: ti depuri e fai il pieno di fibre